testata perbenista
  • D'ARGENIO SU FACEBOOK NOTA IL DISASTRO COVID-LUSSARI MA SUL MESSAGGERO LA MUSICA CAMBIA

    Sul Messaggero Veneto on line odierno e sull'edizione cartacea che uscirà domani, appare il seguente articolo a cura di Renato D'Argenio a fianco di una fotografia del Lussari: "Centinaia di persone in attesa della cabinovia distanziati e con le mascherine. Promoturismo: abbiamo cercato di scaglionare le presenze". Eppure questa grande attenzione da parte dell'assessorato al turismo, di quello alla sanità e di Promoturismo al distanziamento e alle norme precauzionali pare essere una grande montatura creata ad hoc a difesa degli assessori regionali Riccardi e Bini oltre che del distrattissimo Lucio Gomiero. E' lo stesso Renato D'Argenio, che dodici ore prima, sul proprio profilo Facebook, posta la stessa foto pubblicata sul Messaggero della cabinovia affollatissima con un post critico e con decine di commenti critici e preoccupati (vedi foto). D'Argenio scrive: "Cabinovia. Lussari oggi. Avete già capito..." e poi, giustamente rincara: "Guarda capisco tutti, molte partite Iva hanno bisogno di lavorare, molti hanno bisogno di aria, di libertà, ma davvero qui non se ne esce più". Persino il direttore dell'agenzia stampa regionale Fabio Carini scrive un laconico "Non bene".

realizzazione sito internet ivision web & software