testata perbenista
  • RICCARDI CHIEDE UNO SCUDO ECONOMICO A BORRELLI; IL NO SECCO INGUAIA LE SPESE DI POGGIANA

    Il 15 maggio 2020, il vice governatore del Friuli Venezia Giulia, con delega alla sanità, Riccardo Riccardi, invia una richiesta di chiarimenti al Capo del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli. Riccardi spiega a Borrelli, che l'attuale situazione di emergenza Covid19, in Friuli Venezia Giulia, è gestita dalla Protezione Civile, il cui soggetto attuatore è il governatore Massimiliano Fedriga e dall'Arcs, azienda regionale di coordinamento per la salute; chiede quindi sei i contratti d'acquisto stipulati dall'azienda sanitaria universitaria giuliano isontina (Asugi) soggiaciano pienamente alla disciplina del Codice degli appalti oppure se i governatori, in quanto soggetti attuatori possano nominare ulteriori soggetti cui estendere le deroghe. Al termine della lettera, Riccardi, sapendo di aver chiesto qualcosa di impossibile, chiede a Borrelli la disponibilità a produrre, ex novo, una nuova norma per sanare eventuali spese non riconducibili alla firma del soggetto attuatore. La risposta del Capo Dipartimento della Protezione civile Nazionale non si fa attendere ed è una vera e propria doccia gelata per l'uomo che ha gestito a suo insindacabile giudizio due mesi di mergenza Covid19 in Regione Fvg.  Borrelli spiega a Riccardi che la gestione degli interventi di emergenza non può essere derogata dal soggetto attuatore a nessun altro. Solo gli atti adottati dal Capo Dipartimento della Protezione Civile Nazionale e dai singoli governatori di regione non sono soggetti al controllo della Corte dei Conti. Morale: chiunque, eccetto il soggetto attuatore, deve operare, sempre e comunque, nel pieno rispetto del Codice degli Appalti e dei contratti pubblici. Appare chiaro a questo punto che tutte le spese sostenute dall'Asugi, o altre agenzie o enti, per interventi straordinari di vario genere, saranno a carico della stessa agenzia ed eventuali sprechi di denaro pubblico ricadranno sotto la piena responsabilità dei singoli firmatari.

realizzazione sito internet ivision web & software