testata perbenista
  • URAGANO REGIONALE SU EIN PROSIT

    Un vero e proprio urgano si sta per abbattere a Tarvisio, ma non sulla località turistica, bensì sul Consorzio Tarvisiano diretto da Claudio Tognoni. Non felice delle cifre importanti che ha incassato per anni a Malborghetto e successivamente a Grado, Tognoni, con l'aiuto dell'assessore regionale al turismo Sergio Emidio Bini e di Promoturismo Fvg, ha cercato il colpo grosso a Udine. Cifre e stanziamenti pubblici da capogiro, sponsorizzazioni elevate fatturate non si sa da chi, prezzi di ingresso vip per le cene nei ristoranti e nei musei. Poco il circuito turistico affluito a Udine, se si levano quelle circa ottante camere da letto pagate dalla Regione Fvg per ospitare cuochi e giornalistici enograstronomici. Il consigliere regionale Franco Iacop (vedi allegato documento) ha presentato un'Iri, interrogazione a risposta immediata, avente ad oggetto i "finanziamenti edizione 2019 Ein Prosit". Nel testo di Iacop si legge: "Premesso che l'edizione 2019 di Ein Prosit si è caratterizzata principalmente per lo spostamento delle sue attività da Malborghetto a Udine; Ricordato che il Consorzio di promozione turistica del Tarvisiano, di Sella Nevea e del Passo Pramollo soc. cons. r.l. è titolare del marchio "Ein Prosit", nonchè organizzatore dell'evento; Rilevato che la manifestazione è beneficiaria di un rilevante finanziamento dal capitolo "Grandi Eventi" di PromoturismoFvg, nonchè di altri contributi diretti e indiretti da parte dell'Ente turistico regionale; appreso che il Comune di Udine ha erogato 39mila euro per tale manifestazione, ma che tale somma, come appreso da mezzo stampa, sembra nettamente inferiore all'impegno assunto dall'Amministrazione Comunale verso l'organizzatore dell'evento; Tutto ciò premesso, interroga la Giunta regionale per conoscere, nel dettaglio, tutti i finanziamenti erogati per l'edizione di Ein Prosit 2019 a Udine e se, rispetto all'ipotizzato mancato stanziamenti di risorse da parte del Comune di Udine, intende intervenire ad integrazione." La risposta dell'assessore regionale Sergio Emidio Bini è molto breve e piuttosto schiva: "In premessa va sottolineato che è estremamente riduttivo dire che la manifestazione di quest'anno è caratterizzata principalmente dallo spostamento delle attività da Malborghetto a Udine in quanto Ein Prosit 2019 oltre alla nuova dislocazione ha visto la presenza di 64 giornalisti di caratura internazionale; 5 milioni di visualizzazioni sui social; la presenza nei principali quotidiani nazionali quali Repubblica, Il Corriere della Sera, Il Sole 24 ore ed anche la Gazzetta dello Sport; la presenza di 53 chef di fama internazionale. A questi dati si aggiunge che tutti gli eventi sono stati "sold out" e che se la ricaduta dell'evento analizzata dall'Università di Udine sul tarvisiano era di 3 milioni di euro, su Udine il dato è sicuramente incrementato. Inoltre anche Federalberghi ha registrato il tutto esaurito nelle strutture ricettive di Udine e dintorni. Per quanto riguarda il contributo concesso a valare sui Grandi Eventi, l'attività svolta da PromoturismoFvg è stata la seguente: con deliberazione del D.G n°129 del 26/06/2019 è stato concesso un contributo di 210mila euro a fronte di una richiesta di 350mila; con atto di liquidazione n°150 del 23/09/2019, come da prassi, abbiamo provveduto alla liquidazione dell'acconto di 105mila euro pari al 50% del contributo concesso. il saldro del contributo sarà effettuato solo dopo la rendicontazione da parte del Consorzio del Tarvisiano delle spese complessivamente sostenute. inoltre, alla luce delle nuove competenze in materia di Enogastronomia assegnate a PromoturismoFvg a partire da quest'anno, del rilievo internazionale della manifestazione e della visibilità che la stessa ha garantito all'intero territorio regionale, il nostro Ente ha lavorato in collaborazione con il Consorzio del Tarvisiano per concorrere al successo della manifestazione. Relativamente alla questione sollevata nell'interrogazione rispetto ai contributi che il Comune di Udine ha destinato per la manifestazione, la Regione non intende entrare nei rapporti fra Comune di Udine e Consorzio del Tarvisiano; da parte nostra non è prevista nessuna integrazione rispetto al conributo già destinato". Non soddisfatto, il consigliere regionale Franco Iacop ha effettuato un accurato accesso agli atti per vedere le cifre stanziate al dettaglio.

realizzazione sito internet ivision web & software