testata perbenista
  • IL CONSIGLIO COMUNALE DI UDINE SI SCHIERI CON I BEFFATI

    I gruppi consiliari presenti in Regione hanno sottoscritto una mozione a favore dei risparmiatori traditi
    Tutti i gruppi consiliari presenti in Regione hanno sottoscritto una mozione a favore dei risparmiatori traditi dalle banche Popolari Venete. L'atto, che porta come prime due firme quelle di Simona Liguori (Cittadini) e di Massimo Moretuzzo (Patto per l'Autonomia) nonchè di Sergo, Giacomelli, Centis, Honsell, Dal Zovo, Sergio Bolzonello, Di Bert, Nicoli e Bordin, è stato depositato ieri e sarà discusso nella sessione d'Aula di fine mese. La mozione, firmata da tutti i capigruppo e priva di qualsiasi connotazione politica, bensì motivata dalla necessità di giustizia e di tutela delle situazioni di fragilità sociale, è stata richiesta a gran voce alla politica del Fvg dai risparmiatori ed in particolare dall'associazione Consumatori Attivi presieduta dall'avvocato Barbara Puschiasis, in prima linea sul tema e facente parte della cabina di regia costituita presso il Ministero dell'economia e delle finanze. Ricalca i contenuti del Manifesto per la tutela del risparmio tradito sottoscritto sabato 2 marzo all'incontro promosso dalla predetta associazione con la politica regionale. La mozione, che verrà votata dal Consiglio regionale di fine marzo, impegna la Giunta a portare la questione all'attenzione del governo nazionale che non ha ancora adottato i decreti attuativi necessari a giungere ai rimborsi che ben 16.000 cittadini (consumatori e imprese) del Friuli Venezia Giulia attendono ormai da lungo tempo. Quasi 9.000 di questi risultano per altro aver contratto linee di credito per far fronte all'illiquidità delle azioni o per acquistare le stesse con gravissime conseguenze, in primis la possibilità di perdere l'abitazione a causa di azioni di recupero credito. A questo punto ci attendiamo che Simona Liguori, essendo anche consigliere comunale a Udine, depositi analoga mozione anche in Consiglio Comunale, certo che gli stessi partiti la sosterranno. Oppure la presenza di un vice sindaco ex direttore di Banca Popolare di Vicenza crea imbarazzi?

realizzazione sito internet ivision web & software