testata perbenista
  • PROFUGHI SFRATTANO COLONIA FELINA E AGGREDISCONO RAGAZZA

    Siamo nella centralissima via Bertaldia, laterale di viale Ungheria, a pochi metri dal Circolo Arci Misskappa. A pochi metri dal cippo commemorativo in memoria dei Martiri delle Foibe. Ieri pomeriggio verso le 17.30 una giovane ragazza udinese ha rischiato per l'ennesima volta di essere aggredita da un profugo in palese stato di ebbrezza. Il presunto clandestino, assieme ad altri due suoi connazionali, è uscito improvvisamente da una alto cespuglio in prossimità del parco, dove si trova una colonia felina censita (vedi foto). Proprio vicino al cartello che avvisa della presenza della colonia felina da settimane si trovano delle coperte, dei cartoni, delle ombrelli e delle bottiglie di birra vuote; il tutto a formare una vera e propria capanna. Dei gatti non vi è traccia. Come può essere possibile che nel pieno centro di Udine, in prossimità di Borgo Stazione, dove gli abitanti da tempo chiedono maggiore sicurezza sia possibile una tale vergogna? E, come è possibile che una colonia felina censita, soggetta a pubblica protezione venga trasformata in una capanna/pub per profughi? E come è accettabile che tutto questo avvenga proprio nel Parco dedicato ai Martiri delle Foibe a pochi giorni dal 10 febbraio? Ci sono rapporti fra questi profughi e quelli che spesso vengono visti frequentare il circolo Misskappa?

realizzazione sito internet ivision web & software