testata perbenista
  • RENZO TONDO (FI) E TOMMASO CERNO (PD): STILI DIVERSI

    Renzo Tondo, il presidente della Regione Fvg, che nel 2009 non decretò nessuno stop all'attuazione del protocollo di interruzione della nutrizione di Eluana Englaro ricoverata a Udine dove sospese tutte le terapie che la tenevano in vita, si dice contrario a qualunque forma di strumentalizzazione dei diritti civili e delle sofferenze personali. Erano le otto della sera del 8 febbraio 2009, quando dal Palazzo della giunta di piazza Unità arrivò la fumata bianca: nessun commissario ad acta avrebbe sostituito la presidente della casa di riposo, Ines Domenicali. Secondo Tondo non vi erano le condizioni per farlo e nemmeno i poteri. Per questo, Renzo Tondo, carnico come Beppino Englaro e suo amico, oggi candidato alla Camera per il centrodestra, racconta di aver voluto rinviare un incontro organizzato da soggetti terzi, con lui e Beppino Englaro, dal 2 marzo (vigilia elettorale) al 16 marzo. Evita invece commenti critici, ma esprime perplessità, sulla scelta del Pd di aver organizzato ieri sera a Gemona un incontro sui diritti civili per far votare Tommaso Cerno e Silvana Cremaschi, invitando come relatori Beppino Englaro e il professor Amato De Monte (l'anestesista che seguì Eluana). Basta osservare la locandina (vedi foto) con il simbolo cubitale del Pd vicino al titolo del dibattito: "Confronto sui diritti: le riforme fatte e quelle che restano da fare" e i nomi dei relatori con relative qualifiche: Silvana Cremaschi-Candidata alla Camera; Tommaso Cerno-Candidato al Senato; Amato De Monte-Medico; Beppino Englaro. Interpellato questa mattina da noi, telefonicamente, Beppino Englaro chiarisce di non voler dare alcuna indichiazione di voto, nonostante la confusione che può generare il simbolo del Pd sopra l'invito, ma di sostenere chiunque lotti per i diritti civili e le battaglie che lo hanno visto impegnato da anni in prima persona. La candidata Cremaschi durante il dibattito ha raccontato al pubblico tutto quello che ha fatto da quando è in consiglio regionale, mentre il candidato Cerno ha raccontato tutto quello che farà. Renzo Tondo, invece, rifiutò l'invito di Bruno Vespa a Porta a Porta per un confronto con Roberto Formigoni e rinunciò alla quinta pagina del Corriere della Sera per non strumentalizzare un dolore personale. Questione di stile.

realizzazione sito internet ivision web & software