testata perbenista
  • DI MAIO (M5S) OSPITE A UDINE DELLA FINTA PSICOLOGA

    Domani all'auditorium Comelli, presso il Palazzo Della Regione, farà tappa il candidato premier del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio. Un appuntamento importante, alla vigilia delle elezioni politiche ma anche di quelle regionali. Proprio domani quando i riflettori e le telecamere di mezza Italia saranno a Udine a seguire il vice presidente della Camera scelto dai grillini per sfidare la vecchia politica, a suo fianco potrebbe sedere una futura senatrice pentastellata finita su tutte le testate nazionali per una "finta luarea in ontopsicologia (disciplina non riconosciuta da nessun Ateneo ufficiale): la capogruppo in Consiglio regionale Fvg, Elena Bianchi (vedi foto). Questo il testo degli articoli apparsi all'indomani della sua elezione sulle principali testate nazionali, dall'Huffington Post a Libero, dal Messaggero veneto a Il fatto Quotidiano: "Scoppia un nuovo giallo laurea fantasma. Dopo i casi di Renzo «Trota» Bossi e Oscar Giannino, questa volta nel mirino è finita Elena Bianchi, consigliere regionale 5 stelle del Friuli Venezia Giulia. LA LAUREA A SAN PIETROBURGO La parlamentare nel suo cv ufficiale vanta una laurea in Ontopsicologia conseguita all'Università di Pietroburgo. Niente di male. Se non che fosse che Bianchi ha ammesso di parlare «a malapena tra parole di russo». «Mi sono laureata mentre stavo lavorando, per questo ci ho messo quasi 10 anni», ha raccontato il consigliere. «Si trattava di un corso speciale, organizzato per gli studenti italiani da un’associazione di professionisti: essendo la psicologia una mia passione, avevo deciso di intraprendere questo percorso. E sono orgogliosa di averlo fatto». L'AFFONDO DI RIBAUDO Una giustificazione che non ha convinto Ettore Ribaudo dei Moderati in rivoluzione (Mir) del modenese Gianpiero Samorì e candidato sindaco a Cormons. «Come hai fatto a laurearti», ha chiesto Ribaudo, «se affermi di lavorare a San Daniele dal 2005? Miei contatti a San Pietroburgo affermano di non conoscerti. E perché non hai imparato il russo, se è obbligatorio per il conseguimento della laurea?». LA DIFESA DEL CONSIGLIERE All'accusa Bianchi ha risposto di non essersi mai interessata della validità del titolo in Italia. Spiegando che il corso era stato organizzato in collaborazione con un'associazione, «alla stregua di un master». I professori erano italiani e i corsi si svolgevano «con l'ausilio di un traduttore», ha aggiunto il consigliere pentastellato. Mettendo in chiaro di essere stata a San Pietroburgo cinque volte in tutto. «Ho tutta la documentazione che attesta l’ottenimento del titolo: chi volesse visionarlo, non deve fare altro che prendere appuntamento con la segreteria del gruppo consiliare», ha poi sottolineato la capogruppo del M5s. Naturalmente la querelle non è passata inosservata in Rete. Più di un utente ha chiesto le dimissioni di Bianchi. E c'è addirittura chi ha invocato l'intervento della magistratura. Siamo curiosi di sapere cosa pensa a riguardo l'integerrimo Luigi Di Maio, che della trasparenza e della competenza fa la bandiera di un prossimo governo nazionale pentastellato, di una vicenda che continua a tenere banco in tutto il Friuli Venezia Giulia e che tornerebbe alla ribalta a livello nazionale, qualora l'ontopsicologa Elena Bianchi, come annunciato sulla stampa locale intendesse candidarsi per il Senato in quota M5S.

realizzazione sito internet ivision web & software