testata perbenista
  • FAKE NEWS BOLSCEVICHE SULLA SERRACCHIANI

    Il servizio del Tg3 è in perfetta linea con quanto apparso sulla stampa locale. "Svelata la scelta della Serracchiani: va a Roma"; "Non scappo, resterò al servizio del Fvg", "Sul rammarico non ha dubbi: le rinunce. Tenterei di conciliare meglio il mio ruolo e la famiglia", "Quando arriva davanti ai cronisti ha acora gli occhi lucidi". Una marea di parole al vento e di prese in giro. La verità che tutti conoscono è che Debora Serracchiani aveva scelto da oltre un anno di fuggire a Roma sapendo che in Friuli Venezia Giulia non sarebbe più stata rieletta in Regione. La verità è che farsi vedere piangere davanti alle telecamere da molto fastidio a chi, a differenza sua, non ha alle spalle un passato da europarlamentare e un giro da governatrice. La verità è che tirar fuori aspetti tragici del suo passato matrimonio i giorni pari e farsi vedere felice con il suo nuovo compagno i giorni dispari, emoziona poco. La verità è che lei non sfiderà centrodestra e M5S per un seggio al parlamento, ma sarà candidata come capolista bloccata con la certezza di essere eletta senza necessità di fare campagna elettorale. La verità è che per altri cinque anni ha già la certezza, che gli altri comuni mortali non hanno, di avere una mega busta paga da parlamentare con relativi benefit. La verità è che si porterà dietro a Roma il suo portavoce, già portavoce di Ettore Rosato, Giancarlo Lancellotti (attuale busta paga 90mila euro). La verità è che per Udine in questi cinque anni ha fatto avere ben poco, ma alla Barcolana del suo amico Mitja (vedi foto) i contributi e l'attenzione del Ministro Lotti non sono mancati. La verità è che la gente non ha l'anello al naso.

realizzazione sito internet ivision web & software