testata perbenista
  • INTERVISTA AL FUTURO CANDIDATO SINDACO ANTONELLA NONINO

    "Saremo una lista attenta solo a Udine e non intendiamo ipotecarci nei confronti di nessuna lista regionale o nazionale. Abbiamo espresso un gruppo consigliare compatto, come già ai tempi di Cecotti, a livello comunale che a livello regionale ha votato con sensibilità differentementi. Adalberto Burelli, Raffaella Cavallo, Enrico D'Este, Marilena Motta, Matteo Mansi, Mario Canciani, Michele Vicario, Massimo Ceccon, oltre a Simona Liguori sono presenti in Consiglio Comunale oltre a me, Raffaella Basana, Gabriele Giacomini e Federico Pirone che si è avvicinato recentemente, sebbene ancora indeciso fra noi e la lista Pisapia . Ci piacerebbe essere una forza civica che lavora ad un programma elettorale della città, riprendendo a discutere sui prossimi anni. Alessandro Colautti potrebbe prendere molti voti a centrosinistra, quindi rappresenta un'incognita da non sottovalutare per quanto ascrivibile al centrodestra regionale. Chi non mi fa particolare paura, invece, è un ex del centrosinistra oggi vicino al centrodestra: Enrico Bertossi, di lui non si capisce a chi faccia riferimento e chi lo sostenga. Andrea Castiglione fa parte di un gruppo ricco di diversità ma per il quale nutro una profonda stima politica e personale; con Andrea Sandra, invece, abbiamo maggiori diversità nell'intendere l'azione amministrativa e politica. Spero che nel 2018 a Udine il centrosinistra riuscirà a trovare un candidato sindaco gradito a buona parte dell'elettorato senza ricorrere a bracci di ferro fra segreterie di partito o primarie improvvisate. Non è un segreto che sia Vincenzo Martines che Alessandro Venanzi aspirino a succedere ad Honsell ma è ancora prematuro capire quali equilibri detterenno le scelte all'interno del Pd e di eventuali altre liste di sinistra. Adesso finisco di sudare, incrocio le dita e leggo la sua intervista..."

realizzazione sito internet ivision web & software