testata perbenista
  • LA CASTA DEL PD SALVA CARNIA WELCOME E ALBERGO DIFFUSO

    Ecco come, in procinto delle elezioni, la casta regionale del Pd (vedi foto Serracchiani, Marsilio, Baiutti, Peresson, Signora Maio) si appresta a riparare al "fallimento" del Conzorzio Carnia Welcome; lo si chiude e si riapre un secondo carrozzone, facendo passare in sordina gli insoluti e i problemi lasciati sul territorio, tutto per salvare faccia e poltrona al cavaliere e a qualcun altro. L'organizzazione territoriale della Carnia prevede la realizzazione di un ufficio unico dove operano con una regia coordinata tutti i soggetti che concorrono alla definizione, gestione e vendita del prodotto turistico. Nell'ufficio unico coordinato dall'Uti della Carnia (Francesco Brollo), collaborano pertanto Promoturismo Fvg (Petrangelo) e le società turistiche, culturali e agroalimentari del territorio (Infopoint, Euroleader, Consorzio Malghesi, Friulmont, Nuovo Consorzio Turistico). L'ufficio unico svolge attività di definizione e vendita del prodotto turistico, di gestione e coordinamento dei servizi e degli eventi di natura turistica del comprensorio della Carnia. Dopo l'assemblea di aprile di Carnia Welcome si procederà qundi alla costituzione di un nuovo soggetto consortile per la gestione Turistica del comprensorio carnico. Si procede alla liquidazione del Consorzio Carnia Welcome che viene sostituito da una nuova società consortile. I soci del nuovo consorzio devono rappresentare i sub ambiti territoriali con operatori ed enti pubblici per lo meno di livello comunale come le associazioni di categoria, le reti di impresa, le società di servizi, le associazioni e le cooperative (es. Lilium Sauris, Arta Tur, Associazione B&B, Carnia Holidays, Alberghi Diffusi, Pro Loco). Non tutto cambierà ovviamente...Per la commercializzazione del prodotto turistico il nuovo soggetto si avvale di un agenzia di incoming, la Carnia Travel. L'organigramma del nuovo ufficio unico prevede la figura di un coordinatore e di uno staff di cinque persone, di cui tre provenienti dal pubblico e due dal privato (nuovo consorzio). Il Piano Economico del Nuovo Consorzio della Carnia prevede nelle voci di spesa 90mila euro annui per le risorse umane, per un totale di 270mila euro nel trienno utile al rilancio.


realizzazione sito internet ivision web & software