testata perbenista
  • ASP DE GIUDICI: NUOVO PRESIDENTE PIU' VECCHIO DEGLI OSPITI

    Mentre ieri Annamaria Menosso ci apriva le porte della Asp Fondazione De Giudici di Lovaria, il sindaco di Pradamano firmava frettolosamente il decreto di nomina del nuovo cda della Casa di Riposo escludendo dalla lista il nome della presidente uscente. Dagli accordi presi da Enrico Mossenta (vedi foto) con la Menosso si parlava di una sua possibile riconferma nel cda seppur senza la guida della Fondazione. Invece quasi a dar mano forte alla scelta della Quiete di Udine di tenere i cancelli chiusi alle telecamere, dal Pd udinese arriva l'ordine di resettare tutto il cda della De Giudici. Mossenta si definisce renziano e fa riferimento al deputato Paolo Coppola, ex braccio destro del sindaco di Udine Furio Honsell. Non solo. A metterci lo zampino udinese pare esserci anche il consigliere regionale Enzo Martines individuando il nominativo di un socio molto più vecchio degli ospiti della casa di cura: Tarcisio Mizzau, 81 anni, ex presidente del Teatro di Udine. Riconfermata di diritto Alessandra Veritti in qualità di rappresentante degli eredi e Paolo Corubolo, entrano nel nuovo cda oltre a Mizzau anche l'ex segretaria di Ezio Beltrame, Cristina Nazzi e Luigino Castellarin dipendente in prepensionamento di Friul Adria di Spilimbergo. Per la prima volta nella storia della prestigiosa Fondazione nessun consigliere di amministrazione sarà del Comune di Pradamano. Da voci di corridoio interne al Pd parrebbe che il sindaco abbia chiesto al cda di nominare presidente l'ultra ottantenne Tarcisio Mizzau.

realizzazione sito internet ivision web & software