testata perbenista
  • LIGNANO: DUBBI SU CONCESSIONI DEMANIALI E SUL 45 BIS

    Le concessioni demaniali di Lignano Sabbiadoro, fra Pineta e Riviera vengono rinnovate nel 2008 e nel 2010 (vedi foto) ma da qualle date nessun ufficio regionale o comunale avrebbe più verificato l'attuazione delle opere di miglioria garantite dai vari concessionari. Nessun nuovo albergo, nessuna ristrutturazione interna al Kursaal, pochissimi lavori infrastrutturali. Non solo; i concessionari si appellano all'articolo 45 bis del codice della navigazione secondo cui è possibile procedere a subconcessioni ed è per questo che buona parte delle principali attività commerciali di intrattenimento e ristorazione sono in mano a differenti imprenditori del settore. Attenzione però. L'articolo recita testualmente: "Il concessionario, in casi eccezionali e per periodi determinati, previa l'autorizzazione dell'autorità competente, può affidare ad altri soggetti la gestione delle attività secondarie nell'ambito della concessione". Quindi si parla di "casi eccezionali" e di "periodi determinati", ma soprattutto di "attività secondarie". Secondo alcuni legali esperti in diritto della navigazione le "attività secondarie" in questo caso potrebbero essere le licenze per i pedalò, per i surf, per la vendita del cocco o qualche piccolo chiosco, ma non certo discoteche o ristoranti con importanti fatturati. E soprattutto a quanto ammontano i numerosi canoni di sublocazione la cui somma supera abbondantemente quelli di locazione?

realizzazione sito internet ivision web & software