testata perbenista
  • PAURA TERRORISMO: LA POLITICA LA BUTTA SUL BERE

    Tutte le televisioni e i giornali italiani aprono i loro servizi con gli attentati dell'Is nelle varie parti del mondo e la risposta di istituzioni e mondo politico. Vertici di Prefetture, Questure, Regioni e Protezione Civile lavorano 24 ore su 24 per la tranquillità e la sicurezza del proprio paese. Nemmeno in Friuli Venezia Giulia, politica e istituzioni restano fermi a guardare. Questa mattina, il Presidente Assoenologi Fvg Rodolfo Rizzi ha consegnato nelle mani della governatrice Debora Serracchiani (vedi foto) e del potente assessore Cristiano Shaurli, una confezione del Vino della Pace. Un evento che ha visto la partecipazione di una fetta importante della casta del settore agroalimentare ed imprenditoriale assieme a numerosi politici per la degustazione di oltre 600 prestigiosi vini regionali. Gli intervenuti non si sono limitati a bere litri di vino ma hanno anche mangiato prosciutto crudo e formaggio montasio. Una vera risposta al terrorismo internazionale. Al termine, il direttore del Messaggero Veneto, Tommaso Cerno, si è congedato ponendo alla platea una domanda che segnerà la coscienza di più di qualche presente: "Quale futuro attende il vino del Friuli Venezia Giulia?".

realizzazione sito internet ivision web & software