testata perbenista
  • BRUNO MARINI: IL CATTOLICO A DISAGIO CON I GAY

    Per non mettere in maggiore difficoltà un gruppo regionale già in crisi, il consigliere regionale Bruno Marini (Forza Italia), evita di ostentare pubblicamente quello che ormai è diventato per lui, cattolico ex Udc ed ex Dc, un disagio fortissimo: la convivenza in un partito politico in cui ormai l'ampia apertura fatta alle coppie gay lascia poco di "cattolico" e conservatore. Per coerenza, giunto al suo quarto mandato e quindi senza alcuna prospettiva di un'ulteriore ricandidatura a Palazzo Oberdan, Marini sarebbe tentato di uscire dal clan di Francesca Pascale, Mara Carfagna e Alessandro Cecchi Paone. Ma uscire dal gruppo oggi, vorrebbe anche dire ridurre ai margini della stessa sopravvivenza politica un gruppo regionale già di appena quattro consiglieri.

realizzazione sito internet ivision web & software