testata perbenista
  • IL FENOMENO MASTROROSA OSCURA CINICAMENTE BLASONI

    3o maggio 2014 - Potrebbe essere la data della vera svolta di Forza Italia in Friuli Venezia Giulia. Mentre la stampa locale, impietosa va avanti facendo il proprio dovere imparzialmente, pubblicando i nomi degli ex consiglieri regionali per cui è stato chiesto il rinvio a giudizio per le spase pazze del gruppo, la stampa nazionale pubblica in prima pagina la foto di un volto nuovo. Pagina 10 del Messaggero Veneto : "I costi della politica > L'inchiesta: ...i soldi a Cortina di Piero Camber e i soldi dati da Pietro Tononi (attuale responsabile della segreteria del coordinamento regionale di Forza Italia) all'associazione triestina Dream; le trasferte a Roma, anche con la moglie, di Massimo Blasoni, vice coordinatore vicario di FI in Regione. Libero: prima pagina I volti nuovi di Forza Italia: Mirco Mastrorosa; pagina 2 Mirco Mastrosa, Primarie e più coraggio; ripartiamo dai sindaci. E così, mentre i vertici regionali guidati dalla coordinatrice regionale Sandra Savino tacciono imbarazzati, vedendosi due big da loro nominati in direzione regionale, con l'ipotesi di reato come truffa e peculato, reati particolarmenti pesanti per chi lavora o milita nella pubblica amministrazione, Mirco Mastrorosa, dalle colonne del Vangelo di Forza Italia lancia il sindaco Stefano Balloch paragonandolo a Cattaneo e boccia impietosamente il magro risultato ottenuto dall'eurocandidata Sandra Savino, pari a meno della metà dei voti raccolti dal senatore Giovanni Collino nello stesso collegio la tornata precedente. A questo punto non resta da dire, magari con il senno di poi, che bene ha fatto Elisabetta Gardini a farsi dare una mano in Friuli Venezia Giulia da Mastrorosa, Balloch ed altri giovani amministratori locali.

realizzazione sito internet ivision web & software