il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
FRIULI VENEZIA GIULIA MAGLIA NERA PER COVID 19; RECORD CONTAGI NELLE CASE DI RIPOSO

STRAGE DI ANZIANI A LA QUIETE MENTRE NEL CDA C'E' CHI SI E' GIA' VACCINATO

Come se niente fosse; nominato un cda politicizzato con le regole del manuale Cencelli, assecondando i voleri del capogruppo di Forza Italia e assessore alle politiche sociali Giovanni Barillari, all'interno dell'Asp La Quiete regna, da vari anni, indisturbato il direttore Salvatore Guarneri. Lo stesso Guarneri che si vantava sul quotidiano locale di guidare una struttura esempio di buona sanità dove ogni paziente e ogni ospite è monitorato ripetutamente con tamponi e ecografie polmonari. Questa sera, dopo tante grida d'allarme lanciate dal nostro blog, è arrivata dai famigliari di alcuni ospiti e da varie oss, la notizia che mai avremmo voluto sentire: la Pandemia ha invaso tutta la struttura. Da fonti interne sarebbero 112 gli anziani risultati positivi e una quarantina gli oss. In questi giorni, al padiglione Hofmann sono venuti a mancare diversi ospiti. Una situazione che andava monitorata e, soprattutto, un grave errore dei vertici della Casa di riposo udinese che nonostante solamente 140 dipendenti su 430 de La Quiete, avessero aderito alla campagna di vaccinazione contro il Covid-19, non è stato fatta alcuna contromossa. Un cda assente e disinteressato persino nella nomina di un direttore generale. A conferma di quanto affermiamo, domani troverete fra i necrologi la notizia del decesso di un medico di nome Giancarlo T. ricoverato nella struttura diretta da Guarneri. Anche il padiglione Morelli è pieno di ospiti positivi ma l'ordine tassativo continua ad essere quello di non parlare, di non comunicare nulla all'esterno, nonostante le celle mortuarie piene. Intanto, alcuni giorni fa, uno dei consiglieri di amministrazione della Quiete, nominato in quota Lega, è stato sottoposto a vaccino pur essendo un dipendente amministrativo del Santa Maria della Misericordia e non certo un operatore in prima linea o uno dei tanti anziani che stanno decedendo in questi giorni.