il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
REPORT SUL CASO MASCHERINE FARLOCCHE FVG

MARCHETTI ADERISCE A FRATELLI DI ITALIA E ISOLA RICCARDI

Il Sindaco di Codroipo, Fabio Marchetti, aderisce ufficialmente a Fratelli di Italia e il suo comune, di importanza strategica (dopo Udine, il più grande in Friuli, con i suoi 16.000 abitanti), proietta il partito di Giorgia Meloni fra i tavoli che contano a livello amministrativo. Da circa due anni, ossia da quando Forza Italia a livello locale è diventata una piccola corrente di amministratori locali devoti al vice governatore Riccardi, la voglia di far politica era venuta meno nel partito del Berlusca. Il segretario provinciale Ferruccio Anzit, dopo la rottura con Riccardi è sparito dalla circolazione e l'unica mission di Forza Italia era diventata quella di cercare posti, come ha fatto oggi imponendo al plurivitaliziato sindaco Fontanini, Alberto Bertossi alla presidenza de La Quiete.. Una situazione che ha spinto Fabio Marchetti a tornare nell’alveo di un partito. Anzi, il partito e la sua struttura sono stati due degli ingredienti che hanno fatto la differenza «perché oggi manca quell’azione di filtro che le formazioni partitiche hanno sempre esercitato nella società, oggi mancano i partiti, salvo Fratelli d’Italia che lo è a 360 gradi: nazionale, con forti valori identitari, dibattiti interni, anche accesi, che producono alla fine risultati chiari. Vengo da esperienze in partiti strutturati, come il Movimento Sociale italiano, Alleanza Nazionale e anche il Popolo delle libertà e dopo un periodo senza tessera intasca torno a un partito strutturato». Riccardi abbandonato da tutti persino nella "sua Codroipo" ha pagato cara la sua sudditanza ai triestini Camber e Savino. Adesso che Fabio Marchetti, sempre vincitore tanto a Palazzo Belgrado che per due volte in Comune, torna naturalmente ad essere leader indiscusso a Codroipo, obbliga Riccardi a stringere imbarazzanti alleanze con l'odiato alleato Sergio Emidio Bini e il capo dei capi Luciano Facchini.