il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
IPOTESI PECULATO SULL'UTILIZZO QUOTIDIANO DELLA LAND ROVER

IL GIALLO DELLE CARTELLE CLINICHE DI PALUZZA INGUAIA L'AZIENDA SANITARIA

“Vogliamo far sapere che riconosciamo al dottor Santoianni di aver ricoperto un ruolo fondamentale operando in prima linea con competenza, disponibilità e grande sacrificio coordinando, affiancando e anche sostituendosi al personale nell’affrontare, gestire e superare l’emergenza sanitaria da Covid-19 presso l’Asp di Paluzza". Questo il messaggio inviato alla stampa dal Presidente dell'Asp, Stefania Tassotti (vedi foto con suo post) e dall’equipe medica impegnata giornalmente durante l’emergenza e composta da Paolo Agostinis, Valentina Vianello, Beatrice Montessoro, Giuseppe Caruso e Marco Taurian, nonché da Moshe Chamouni". Eppure la Casa di Riposo di Paluzza ha registrato un numero altissimo di morti per Covid suscitando l'indignazione di moltissimi famigliari di ospiti deceduti o ammalati, tanto da costringere più di qualcuno ad agire vie legali e portare la stessa Procura di Udine ad avviare un'indagine conoscitiva. L'ultima accusa, forse la più grave, è arrivata da alcuni parenti di ospiti che hanno denunciato di aver saputo dal dottor Moschito, medico di base in servizio all'Asp, che non è in grado di fornire informazioni dettagliate sullo stato di salute degli anziani perchè varie cartelle cliniche, sono state fatte bruciare inspiegabilmente dalla direzione. Ieri sera il sindaco di Paluzza, Massimo Mentil, ci ha inviato una nota del cda della casa di riposo di Paluzza in cui è scritto testualmente: "Sono state ricevute da parte di alcuni legali richieste circa la documentazione sanitaria degli ospiti accolti cui l'Asp sta dando seguito e riscontro nei termini di legge. Si smentisce quindi di aver intrapreso qualsiasi azioni tesa a eliminare la documentazione sanitaria e/o assistenziale dll'utenza, senza sottolineare che è del tutto improprio parlare di cartelle cliniche nel caso delle residenze per anziani che non sono strutture ospedaliere". Da questo testo, tuttavia, appaiono evidenti varie contraddizioni che confermano le accuse dei parenti; per quale ragione la direzione della Casa di Riposo ha bisogno della richiesta dei legali e per quale ragione impiega "i tempi previsti dalla legge" per fornire la documentazione sanitaria, invece che provvedere immediatamente? Come può il presidente dell'Asp, Stefania Tassotti, affermare che non si tratta di cartelle cliniche, nel caso di una pandemia che ha costretto a letto ammalati con Covid-19 e altre patologie vari anziani, una ventina dei quali è deceduta e altri sono stati trasportati all'ospedale di Palmanova? come poteva lo staff medico inviato dall'azienda sanitaria e diretto dal dottor Paolo Agostinis seguire tanti anziani gravemente malati gravemente senza il supporto di una cartella clinica?