il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
IL VICE PRESIDENTE DE LA QUIETE SMASCHERA IL DIRETTORE GENERALE GUARNERI

QUIETE: POCHI ACCESSI AL PRONTO SOCCORSO MA CONTINUI DECESSI

“Sono felice di essere qui insieme al Comune di Udine perché la sinergia con gli enti locali è fondamentale. La Quiete non è solo una casa di riposo, è un’azienda pubblica, una comunità capace di dare assistenza e servizi alla persona: è da questa visione dell’assistenza che bisogna partire per migliorare i servizi. Due dati importanti su tutti per l’operatività della Asp udinese: ospiti vaccinati e accessi al pronto soccorso. Il tasso di vaccinazione antinfluenzale dei residenti, infatti, è cresciuto e si attesta al 81,55% nell’anno 2019/2020: un dato importante a fronte di una campagna di promozione vaccinale in cui l’azienda ha investito molto organizzando interventi formativi per gli ospiti e i loro familiari con ottimi risultati. Per quanto riguarda gli accessi al pronto soccorso, il numero è davvero esiguo: si tratta di una scelta precisa di organizzazione interna per cui La Quiete cerca tutelare la fragilità dei propri ospiti, valutando con lo staff medico interno la gravità delle singole situazioni ed evitando così il disagio e lo stress per le persone fragili". Sono le parole dell’Assessore regionale alla Salute Riccardo Riccardi che stamattina ha visitato le strutture e i cantieri de La Quiete a Udine insieme al Sindaco Pietro Fontanini, all’Assessore alla Salute del Comune di Udine Giovanni Barillari e al Presidente del Consiglio Comunale Enrico Berti. Eppure l'immagine funebre che vedete in copertina (vedi foto) è stata scattata ieri sera nella cella mortuaria della Quiete. come la scorsa settimana e quella prima ancora degenti deceduti. Ma quanti sono i pazienti che decedono ogni mese all'Asp Udinese, per quali patologie e a quale età? Sono queste le risposte che i parenti di tanti anzaini ricoverati si pongono quotidianamente.