il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
IL VICE PRESIDENTE DE LA QUIETE SMASCHERA IL DIRETTORE GENERALE GUARNERI

PECULATO E ABUSO IN ATTI PER IL DG JOSEPH POLIMENI

Dall'Azienda Sanitaria di Matera giunge notizia che il Dg Joseph Polimeni, nominato in extremis, la scelta venne fatta l'ultimo giorno utile della precedente legislatura, dalla Giunta della facente funzioni di governatore Flavia Franconi dopo neanche un anno di mandato, iniziato il 7 gennaio 2019, è partito alla volta del Friuli Venezia Giulia dove il governatore leghista Fedriga gli ha assegnato, a seguito di interlocuzioni avvenute in prossimità del Natale, un ruolo apicale alla Azienda Sanitaria Friuli Occidentale. Attualmente il vertice dell'ASM è il facente funzioni di direttore generale Gaetano Annese. Sia da parte del protagonista, l'italo newyorkese tanto caro alla sinistra, Polimeni è considerato un fedelissimo del Pd per i suoi ricchi incarichi ricevuti prima da Renzi e poi a Siena dal governatore toscano Rossi, nonchè dal governatore laziale Zingaretti che lo nominò commissario straordinario dell'azienda ospedaliera Umberto 1°, che da parte dell'assessore alla sanità, Rocco Leone, nessuna spiegazione è stata data in merito all'addio. Ma alla ASM una delle gole profonde (vedi foto) ha voluto raccontare "la verità". "Polimeni - ha dichiarato l'informatore - è indagato per peculato e abuso in atti di ufficio per motivi personali". Sulla vicenda inerente il presunto preculato dell'ex DG, c'era, come raccontato dall'informatore agli inquirenti materani, quel viaggio a inizio settembre scorso con l'auto di servizio e l'autista aziendale per raggiungere la stazione di salerno e poi prendere il treno per la Toscana, regione natia di Polimeni. Ad oggi però nel fascicolo sembrano essere confluiti molti aggiornamenti. Per la gola profonda "Polimeni ha tentato di correre ai ripari facendosi fare i calcoli sul costo della benzina consumata e sul costo dell'autista dell'Azienda Sanitaria che lo aveva accompagnato in orario di ufficio per motivi personali". Polimeni si sarebbe fatto trattenere oltre mille euro dall'ultima busta paga, quella di dicembre, da utilizzare a titolo di indennizzo come risarcimento delle spese citate. Poco prima di lasciare l'incarico, l'ex Direttore generale, come si evince da documenti ufficiali, ha anche scritto, sulla questione mezzi aziendali, al direttore amministrativo Giordano "ribadendo la mia buona fede per l'utilizzo dell'auto aziendale di rappresentanza per spostamenti". Un errore in buona fede al quale con il recupero dell'importo quantificato dall'attività amministrativa, Polimeni ha voluto riparare, dopo l'inchiesta della Procura di Matera, con le trattenute sulla mensilità di dicembre". Per essere sicuro, polimeni ha chiesto agli uffici competenti di aggiungere oltre ai costi dell'auto, anche gli oneri dell'impegno orario dell'autista. Tra i viaggi più lunghi reportati dagli uffici, quello Matera - Cassino e ritorno: 700 km per sette ore di viaggio. Oltre alla buona fede, l'ex DG nel carteggio con giordano ha invocato anche una certa diffusione della prassi da lui utilizzata analogamente a quanto accade in altre Aziende Sanitarie. Il "così fan tutti", però non è esimente. Polimeni se ne è andato da Matera col botto, prima di lasciare ha revocato le fasce retributive a circa 600 medici facendo partire le lettere per chiedere la restituzione degli ultimi anni. Il giallo come raccontato a Cronache dalla gola profonda è che l'ex Dg lo ha fatto "contro il parere dell'avvocato dell'azienda sanitaria di Matera". Per l'ASM di Matera, però, i problemi non sembrano essere finiti con l'uscita di scena di polimeni. L'italo - americano se ne sarebbe andato anche perchè il "direttore amministrativo, Raffaele Giordano, è stato rinviato a giudizio per gli appalti al Comune di Rionero". Un vero successo lo scouting di Riccardo Riccardi per il Friuli Venezia Giulia.