il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
REPORT SUL CASO MASCHERINE FARLOCCHE FVG

TUTTI CONTRO ZANIN; MATTIUSSI E DI BERT GUFANO

Ieri sera il cda di Ambiente e Servizi spa ha deliberato, alla presenza dell'avvocato De Tina, di comunicare a Mtf Srl i pareri legali che riscontrano la nullità dell'atto di autonomina a direttore generale di Piero Mauro Zanin. A questo punto Daniele Gerolin e Stefano Teghil che già avevano espresso perplessità sul proprio direttore generale si troveranno davanti alla forte necessità di  annullare l'incarico a Zanin. Il presidente del consiglio regionale avrebbe voluto cavarsela con una aspettativa ma il problema non riguarda il doppio incarico Mtf/Regione Fvg, bensì la nullità della sua autonomina tutta interna a Mtf srl. Molto probabile a questo punto che qualcuno dovrà anche risarcire le casse di Mtf srl delle tante buste paga da 80mila euro annui percepite da Zanin. Intanto, preso atto della indubbia fase di debolezza di Pier Mauro Zanin, il consigliere regionale Leonardo Barberio (Fdi) prosegue sulla volontà di effettuare un cambio di presidenza del consiglio regionale a metà mandato, sponsorizzando senza tanti misteri Franco Mattiussi. Dietro l'angolo, tuttavia, ad aspettare di sedersi sulla poltronissima di Zanin c'è anche Mauro Di Bert, avvocato, segretario comunale, uomo preparato e mediatore che attende di essere pagato (politicamente) da Riccardo Riccardi per aver tradito l'ex coordinatore regionale di Progetto Fvg Ferruccio Saro.