il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
DUBBI SUI CONTROLLI DEL DIRETTORE DI DISTRETTO UDINESE CANCIANI

DONNA VIVIANA COMANDA, PIERI ESEGUE

C'è una profonda differenza fra essere la moglie del sindaco ed essere la sindaca. La signora Viviana Roiatti è la moglie del sindaco Pietro Fontanini, ma non è una amministratrice locale. Forse in seno alla Lega gode dei più ampi poteri ma di certo nel Comune di Udine, città in cui non è neppure residente, conta meno di una udinese non avendo neppure il diritto al voto e non pagando le tasse nel capoluogo friulano. Eppure questa signora per molti mesi aveva l'abitudine di entrare nell'ufficio del sindaco e di sedersi sulla sua poltrona per vedere la corrispondenza. Era lei a decidere chi fosse meritevole di risposta e chi no; era lei a decidere chi poteva godere della fiducia di Fontanini e chi no. Non era un caso se taluni assessori come Alessandro Ciani e Asia Elisa Battaglia si affrettavano a omaggiarla appena arrivava in Municipio e non era un caso se la vice presidente del consiglio comunale, Elisabetta Marioni e il consigliere comunale Giovanni Govetto, si recavano da lei per ottenere qualcosa. Non essendo della generazione dei social network, il sindaco Pietro Fontanini, si affida alla sua signora per la gestione della sua pagine Facebook e purtroppo anche di qualla del Comune di Udine; questa è la ragione se moltissime persone non gradite alla professoressa Roiatti, si sono ritrovate improvvisamente bannate. Alla cena della Lega (vedi foto) udinese, ovviamente il posto capotavaola è stato riservato a donna Viviana, mentre il sindaco e il governatore si sono seduto alla sua sinistra. immaginiamo la difficolta di Massimiliano Fedriga a capire il contenuto delle discussioni visto che Viviana Roiatti e Pieri apprezzano parlare prevalentemente in lingua friulana con i padani del consiglio comunale.