il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
DUBBI SUI CONTROLLI DEL DIRETTORE DI DISTRETTO UDINESE CANCIANI

IL COMANDANTE BINI E IL VOTO PALESE DEI SOCI AZIONISTI

Alcuni dei guai fiscali arrivati alla Euro & Promos Coop riguardavano il comportamento degli amministratori, più consono a quella che successivamente sarebbe diventata la società, che ad una cooperativa vera e propria: mancavano, spesso, i requisiti di mutualità prevalente. Oggi vi pubblichiamo un estratto del verbale redatto da Euro & Promos Coop durante la sua ultima assemblea prima della sensazionale trasformazione in Spa. "Trasformazione della euro & Promos da cooperativa a mitualità prevalente in cooperativa a mutualità non prevalente; ulteriore tasformazione della società da cooperativa a mutualità non prevalente in società per azioni sulla base del progetto di trasformazione depositato a norma di legge; adozione dello statuto della nuova società per azioni. Presidente dell'assemblea è il presidente della Euro & Promos Sergio Emidio Bini che constata che l'assemblòea dei soci è stata regolarmente convocata mediante avviso di convocazione pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del giorno 29 aprile 2017; che la presente assemblea si è riunita in seconda convocazione il 19 maggio 2017 presso la sede sociale di via Zanussi a Udine. Si rileva che, dei soci erano presenti, in proprio o per delega, 446 soci aventi diritto al voto, di cui 318 in proprio e 128 per delega, il tutto come accertato dal Presidente a mezzo informatico nonchè a mezzo di appositi incaricati e come risulta dall'elenco noninativo dei presenti, con l'indicazione delle deleghe. Il Presidente Bini dichiara che le votazioni avverranno per alzata di mano, con rilevazione nominativa degli azionisti contrari o astenuti, che dovranno comunicare verbalmente il loro nominativo ed eventualmente quello del loro delegante. A questo punto Bini passa la parola al vice presidente Alberto Sbuelz, il quale anche a mezzo di slides, espone le ragioni che rendono opportuno procedere alla modifica dell'attuale statuto al fine di eliminare le clausole inerenti i requisiti di mutualità prevalente, quali indicati dall'art.2514 c.c. Sbuelz ricorda che ai fini dell'operazione di trasformazione è stata redatta la relazione giurata dall'esperto dott. Zuliani Fabio, tale designato con provvedimento del Tribunale di trieste emesso in data 8 marzo 2017. Fatti tutti gli adempimenti e sentiti i passaggi di legge si passa alla votazione con voto palese per alzata di mano; risultato: contrari nessuno, astenuti nessuno, favorevoli all'unanimità dei presenti. Si passa quindi al passaggio da coop non mutualistica a Spa. Dalla relazione giurata dell'esperto Fabio Zuliani risulta che il valore effettivo del patrimonio complessivo della Cooperativa è pari ad euro 11.925.000,00; l'art.2545 c.c. prevede la devoluzione ai fondi mutualistici per la promozione e lo sviluppo della cooperazione; il capitale sociale della Cooperativa, quale risultante da quanto approvato dall'assemblea in parte ordinaria è pari ad euro 1.856.080,00. Il capitale sociale della Spa sarà fissato in euro 1.856.080,00 spettante ai soci in proporzione della partecipazione già degli stessi detenuti nella cooperativa con delega agli amministratori di aumentare il capitale, a pagamento o in modo gratuito, in una o più volte, non oltre il limite di euro 5.000.000,00 entro il termine massimo di 5 anni dall'iscrizione del presente statuto nel Registro delle imprese. Si procede al voto e anche qui passa con voto palese all'unanimità. Si delibera di devolvere ai fondi mutualistici per la promozione e lo sviluppo della cooperazione la somma di euro 10.145.128,00 così come ricavabile dalla relazione dell'esperto Fabio Zuliani. Il vice presidente Sbuelz chiede di non diffondere eventuali video o audio relativi alla presente assemblea.