il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
LUNEDI' 10 FEBBRAIO ORE 19 IL CIRCOLO "F.T.MARINETTI - ROTTA FUTURA" SARA' A CIVIDALE AL CAFFE' SAN MARCO

MA QUALE NET? FONTANINI AFFIDA IL PORTA A PORTA AI SICULI

Ma quale Net Spa? Eppure da tutti i cataloghi informativi continua ad apparire solo il simbolo della Net Spa. Forse per volere e imbarazzo del sindaco di Udine Pietro Fontanini che nel 2017 fece condannare dal Tribunale di Udine la società siciliana per attività di stoccaggio non autorizzata? Sarà, infatti, l’azienda messinese Onofaro Antonino (vedi foto) a occuparsi del servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta a Udine. In realtà la ditta siciliana, da anni collabora con la Net e si è aggiudicata la gara d’appalto con un ribasso d’asta del 6,67 per cento sull’importo complessivo a base di gara fissato in 9,3 milioni di euro. La commissione giudicatrice dell’appalto ha comunicato nei giorni scorsi al consiglio d’amministrazione della multiutility friulana l’esito della procedura a evidenza pubblica, alla quale aveva partecipato anche un’altra azienda, la piemontese Teknoservice. Altro imbarazzo lo crea la prescrizione in un provvedimento penale per traffico illecito di rifiuti, frode in pubbliche forniture ed altri illeciti amministrativi che vedeva 18 gli imputati fra cui anche il titolare della Onofaro srl. L’inchiesta della procura di Messina aveva messo nel mirino l’affidamento di alcuni servizi all’interno dell’Ato Messina 1 rifiuti, quello che gestiva i servizi in 33 comuni dei Nebrodi. La Onofaro non si occupa solo di servizi di raccolta, trasporto e conferimento in impianto delle spazzature, si occupa della messa in sicurezza di siti inquinati, la costruzione e gestione di impianti di trattamento rifiuti solidi e urbani e pare che proprio in virtù di queste potenzialità ha vinto la gara,  grazie anche “all’offerta tecnica migliorativa”. L’appalto è triennale ma prevede un’opzione per il prolungamento del servizio per un ulteriore biennio, per coprire il quale è previsto uno stanziamento di altri 6,1 milioni di euro. Ma se il leghista Fontanini tace sulla presenza della azienda siciliana a Udine e il presidente di Net, Fuccaro, interrogato dal Perbenista ieri sera durante un dibattito pubblico, si dichiara "interfaccia" della Onofaro, sul sito del Comune di Udine in una pagina si può leggere che per "informazioni e segnalazioni si può inviare una mail a friuli@onofaro.it".