il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
DUBBI SUI CONTROLLI DEL DIRETTORE DI DISTRETTO UDINESE CANCIANI

RIUNIONI PORTOGHESI DI NET SPA E COMUNE DI UDINE

Ieri sera alle ore 20.30 si è tenuta la prima delle due assemblee (la seconda è prevista per oggi) organizzate dal presidente di Confcondominio, Massimo Polesello, in collaborazione con l'amministrazione comunale di Udine e Net Spa. Nella locandina di invito appaiono chiaramente i due loghi ufficiali del Comune di Udine e della Net Spa; inoltre si legge il seguente avviso: "Martedì 3 dicembre, mercoledì 4 dicembre ore 20.30, presso l'hotel Ramandolo di Udine, incontro informativo con l'amministrazione comunale di Udine e Net Spa sul tema del nuovo sistema di raccolta di rifiuti, attualmente in fase di avvio, chiamato "casa per casa". Relatori un responsabile Net, un membro della giunta comunale, un avvocato e il presidente di Confcondomio". Molte le anomalie. Iniziamo dai relatori: seduto vicino al direttore di Net Spa, Fuccaro non vi era nessun membro della giunta comunale e neppure nessun consigliere comunale udinese, bensì Ugo Falcone (vedi foto), semplice iscritto a Fdi. Una persona del pubblico pone un rilevante quesito sulla responsabilità civile in caso di sinistro causato da uno o più bidoncini: su chi questa ricada. Dalle risposte un pò vaghe ed evasive, si evince che esiste il rischio che il cittadino sia chiamato a rispondere per responsabilità civile in caso di sinistro causato dal bidoncino (di cui ha il comodato d'uso) posizionato sul marciapiede e la cosa inquieta, non poco, il pubblico presente. Intanto, Polemica tra gli amministratori di condominio, la Net e il Comune per le riunioni con i cittadini
l'Anaci, amministratori condominiali di Udine, Polemica tra gli amministratori di condominio, la Net e il Comune per le riunioni con i cittadini
ha diffuso il seguente comunicato "Chiediamo ufficialmente i nominativi dei responsabili Net spa e del Comune di Udine che terranno l’incontro e il motivo per il quale questi non hanno ritenuto opportuno coinvolgere gli amministratori degli stabili, ma hanno preferito apporre cartelli anonimi che stanno creando confusione e disagio tra i residenti. Polemica tra gli amministratori di condominio, la Net e il Comune per le riunioni con i cittadini
Diffidiamo chiunque dall’affiggere nei condomini da noi amministrati avvisi non autorizzati, e privi di qualsiasi contrassegno o timbro, e chiediamo nel contempo un intervento della Polizia Locale atto a valutare eventuali comportamenti sanzionabili a termini di legge".