il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

GOMIERO DELIBERA A FAVORE DI EIN PROSIT 220MILA EURO

Nonostante le varie richieste di accesso agli atti inoltrate all'Urp e al Protocollo di Promoturismo Fvg e Regione Fvg non ci è mai pervenuto alcun documento da parte degli uffici competenti sui contributi dati dall'agenzia regionale al Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, di Sella Nevea e del Passo Pramollo. Una vera violazione degli obblighi di legge. Tuttavia Il Perbenista non si è arreso ed ha ottenuto tramite altri canali i documenti cercati. Il direttore generale e legale rappresentante di PromoTurismo Fvg, Lucio Gomiero, riceve dal Consorzio Tarvisiano, a sostegno delle spese per la promozione e organizzazione dell'evento "Ein Prosit 2019" un'esosa richiesta di contributo pari a 350mila euro. Nella delibera N°129 del 26/06/2019, Lucio Gomiero firma la concessione di un contributo di ben 210mila euro, oltre quattrocento milioni di vecchie lire, a favore del Consorzio presieduta da Gabriele Massarutto e diretto da Claudio Tognoni. Nella delibera (vedi foto) si imputano gli oneri derivanti dalle indicate concessioni al Bilancio 2019, in contabilità analitica, con specifica destinazione codice nr.100079 - Grandi Eventi L.r.12/2006 art.6 c.79 - anno 2019. Ad attestare la conformità alla normativa relativa al procedimento è una vecchia collega di Claudio Tognoni, la responsabile del Servizio Incentivazione economica, Paola Quaglia. Ma sono proprio alcuni funzionari degli uffici di PromoTurismo Fvg che, imbarazzati e arrabbiati per questa concessione, ci fanno sapere riservatamente che a monte ci sono molte irregolarità che rendono INCOMPLETA L'ESECUZIONE DEGLI IMPEGNI PRESI DAL CONSORZIO TARVISIANO A FRONTE DI TALE IMPONENTE CIFRA. 1) La manifestazione si sarebbe dovuta tenere a Udine dal 24 al 28 ottobre invece è terminata il 27 ottobre: 1 giorno in meno su 5 è pari al 20% e quindi andrebbe ridotto il compenso di 1/5, cioè di 39mila euro. 2) Per quanto riguarda il programma consegnato a PromoTurismoFvg erano previste conferenze e seminari di livello, invece non sono stati realizzati. 3) Con riferimento agli Itinerari del Gusto e Welcome Home le cene con gli Chef si sono tenute quasi per il 50% fuori Udine e quindi non si capisce che ricaduta promozionale abbiano avuto su Udine. 4) Con riferimento agli Itinerari del Gusto e Welcome Home non è stata promozionata e non è stata fatta alcuna cena in casa, al contrario da quanto promesso. 5) Durante la manifestazione sono stati promossi prodotti NON DEL TERRITORIO sia nei locali ristoranti bar che nei musei e la promozione della Borgogna è stata fatta nel Salone del Castello. Come mai Il Consorzio di promozione turistica del Tarvisiano ha ottenuto una cifra così importante (220mila euro) per un evento molto circoscritto e fortemente ridimensionato? Perchè il direttore Gomiero ha prestato tanta fiducia e attenzione nei confronti del Consorzio? Che ruoli hanno avuto, nel rispetto delle leggi, l'assessore regionale al turismo Sergio Emidio Bini, l'assessore ai grandi eventi di Udine Maurizio Franz e l'ex direttore Ersa Fvg ed attuale direttore della Promozione del Turismo del Comune di Udine Daniele Damele? E' stata fatta la rendicontazione dettagliata delle spese per il contributo ottenuto, così come previsto al punto 3 della delibera di PromoTurismoFvg? Verrà resa pubblica?