il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

SOPHIE, LA CAGNOLINA UCCISA DUE VOLTE

Ne abbiamo scritto e commentato a lungo ieri di questa dolorosa vicenda ma sembra che toccare la lobby veterinaria sia vietato. Così ci troviamo il caso di una cagnolina morta per mano di qualche delinquente che le ha somministrato del topicida ma che la veterinaria che la ha visitata per giustificare l'omissione di denuncia all'istituto zooprofilattico ha dichiarato di morte per intossicazione da torta di mele. Una cosa è certa: se quella torta di mele ha ucciso la povera Sophi allora l'intera famiglia della signora G.B. dovrebbe allarmarsi per il futuro. Il quotidiano locale di oggi scrive (vedi foto): "Il medico ha parlato di una intosicazione acuta: sono sicura che qualcuno ha messo pastiglie con veleno per i ratti nel cibo e lo ha lanciato nel mio giardino. Dopo la morte di Sophie prenderò un altro cane - annuncia la proprieteria della cagnolina". Di parere totalmente diverso Federica Mattiazzi, la veterinaria dell'ambulatorio Miglio, che la ha visitata morente: " Io sono la veterinaria che ha visto il cane. I fatti sono andati in modo totalmente diverso da quello che avete scritto! Il cane è arrivato in ambulatorio alle 19 di sera GIÀ IN ARRESTO RESPIRATORIO. Abbiamo provato a rianimarlo in quanto era presente un debole battito ma non c’è stato nulla fare. Vorrei puntualizzare che:
1) il veterinario della signora SIAMO NOI, quindi non è vero che non ha trovato il suo veterinario
2) il cane stava male DA 3 GIORNI, ovvero dal sabato precedente -e non da uno- e la proprietaria si è totalmente disinteressata di ciò
3) il cane è deceduto per una probabile intossicazione alimentare causata dall’INGESTIONE DI UNA TORTA quasi intera, infatti ha iniziato a vomitare e stare male dopo tale ingestione
4) ho chiesto più volte (al telefono e personalmente) alla signora perché non si fosse recata da un veterinario il giorno precedente o anche in mattinata, visto che il cane stava male da sabato, e lei ha risposto che doveva andare a lavorare.
5) Nessuno ha parlato di avvelenamento da topicida in quanto i sintomi sarebbero stati ben altri
6) Le procedure legali le conosco bene... non è stata fatta segnalazione di avvelenamento perché, ripeto, il decesso è avvenuto per un altro motivo.
Sarebbe più serio da parte vostra informarvi prima di scrivere cose totalmente sbagliate".
Intanto la signora Gabriella Blasutigh, questo è il nome della padrona della cagnolina deceduta, ci conferma che la causa dell'avvelenamento va fatto risalire probabilmente a del topicida e ci comunica di essere stata rimproverata dal suo veterinario di fiducia, il dott. Carmelo Intersimone, per averci raccontato questa vicenda avendo così, evidenziato, l'omissione della collega Mattiazzi. A questo punto confidiamo nei Carabinieri di Feletto che hanno raccolto la denuncia, nell'ordine dei veterinari di Udine che dovrà dirci se la comunicazione di sospetto avvelenamento andava fatto come previsto dalla legge nazionale e nel Servizio Veterinario Pubblico Regionale.