il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

BENESSERE COMMERCIALE: SFILANO I FINTI CANI RANDAGI

Un articolo, quello apparso sulla stampa locale di oggi, che fa male. Fa male soprattutto a una signora di Pagnacco a cui due giorni fa hanno avvelenato il cagnolino e a un ragazzo di Beano a cui hanno sparato al gatto. Fa male anche ad un signore di Castions che, in cerca di casa, non ha dove tenere il cane anziano e in fin di vita. Un articolo che offende le tante volontarie che ogni giorno cercano adozioni per cani adulti e malati che nessuno vuole e tutte quelle persone che rinunciano al parrucchiere o al cinema per comprare del mangiare di qualità al proprio amico a quattro zampe. Trasformare un elegante evento organizzato da un gruppo commerciale in un'iniziativa a favore dei cani è poco credibile. Far sfilare dei viziati cani di proprietà (vedi foto), quasi tutti barboncini, con fiocchi, cappottini e collari griffati, invece che i veri ospiti dei canili non è stata un'idea animaliusta ma commerciale. I cani rinchiusi da anni in questi canili, spesso fuori norma, sono animali provati, anziani, con un pelo rovinato. I cani rinchiusi nei canili sono cani che vivono in gabbie sporche, spesso in condizioni di isolamento dal resto del mondo, non sono cani cotonati che trottellano in mezzo alla confusione sotto la musica alta di un d.j. Spiace vedere che nel 2019 un amministrazione comunale come quella di Tavagnacco, invece che partecipare a eventi e convegni sul benessere animale, come la maggioranza dei Comuni, prediliga obbedire all'invito di un grosso imprenditore locale e patrocinare il suo evento mandando anche un suo assessore in giacca blu.