il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

IL CRUDO DI SAN DANIELE (CARNE ROSSA E SALE) FA BENE? SECONDO OMS, NO!

Fra gli sponsor patrocinanti la manifestazione Ein Prosit compare anche il logo del "Consorzio Prosciutto San Daniele". Entrando nel link del Consorzio (vedi foto) un'intera apagina è dedicata al benessere a tavola e a quanto faccia bene il prosciutto crudo per ogni dieta. Vi sono poi una serie di dati nutrizionali e chimici dati per certi ma, secondo vari esperti del settore non sarebbero così sicuri: Si legge: "Perfetto per ogni dieta. Naturale, nutriente e facilmente digeribile. Questo è il segreto di San Daniele: pochi grassi, e tutti “buoni”, quelli monoinsaturi, che lo rendono perfetto per sportivi, bambini, anziani e per chi segue diete ipocaloriche. Se state cercando una fonte di proteine nobili, vitamine (B1, B6, PP) e minerali (fosforo, zinco e potassio) non vi resta che mangiarne una fetta". Ma siamo sicuri che il Prosciutto Crudo di San Daniele, così ricco di sale, faccia bene a tutte le diete, anche agli ipertesi? Siamo sicuri che la carne rossa sia così consigliata dall'organizzazione mondiale della Sanità? Scorrendo la pagina il Consorzio garantisce che il Prosciutto di san Daniele è italiano: "Scegliamo solo le carni provenienti dagli allevamenti autorizzati dall’organismo di controllo, incaricato dal MIPAAF, che per Disciplinare di Produzione si trovano in dieci regioni del centro e nord Italia". Dubbi anche qui: non era forse emerso che diversi maiali provenivano da altre nazioni, fra cui la Polonia? Ultimo dato è il valore nutrizionale dato assolutamente per certo:

Valori nutrizionali medi per porzione di 50g

Valore energetico: Kcal 136; KJ568

Proteine: g 12,9
Carboidrati: g 0,1
Grassi saturi: g 3,3
Grassi monoins: g 4,3
Grassi polinsaturi: g 1,4

Sodio: g 0,89
Fosforo: mg 92 (13,1 % RDA*)
Potassio: mg 291 (14,5 % RDA*)
Zinco mg: 1,19 (11,9 % RDA*)

Vitamina B1: mg 0,34; 30,9 % RDA*
Vitamina B2: mg 0,10; 7,1 % RDA*
Vitamina B6: mg; 0,52; 37,1 % RDA*
Vitamina PP: mg 2,57; 16,0 % RDA*

Provate a far esaminare una fetta di Prosciutto Crudo preso a caso da una manifestazione enogastronomica. A quale stabilimento appartiene e che valori nutrizionali possiede? I dati indicati sono i dati auspicabili forniti da INRAN e che, sodio escluso, coincidono con quelli del Parma.

Le conclusioni dell’Oms, sono state commentate dal presidente dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom), Carmine Pinto: “Prudenza sulla lettura dei dati dell’Oms e sul rischio cancerogeno della carne rossa lavorata, non deve passare il messaggio che mangiare insaccatti fa venire il cancro. Ma certo serve una dieta equilibrata e non mono-alimento”. “Il messaggio che dobbiamo dare è che la carne rossa va consumata nella dovuta modalità, una o due volte a settimana al massimo. Il messaggio principale è invece un invito a tornare alla dieta mediterranea, che ha dimostrato invece di poter diminuire il rischio di tumore”. Uno studio del 2010 condotto dall’Aiom sostiene che il 9% degli italiani mangia carne rossa o insaccati tutti i giorni; mentre il 56% 3-4 volte alla settimana.