il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
ESCLUSIVO: SCOPPIA SANITOPOLI FVG: TUTTI I NOMI

LA MACCHINA DEL FANGO DELLA SINISTRA UDINESE

Da circa tre giorni il Messaggero Veneto (vedi foto) da spazio alla consigliera comunale Sara Rosso per rovinare la reputazione di un giovane e bravo ragazzo come il consigliere comunale Giovanni Govetto. Penso che la prima regola che avrebbe dovuto seguire il direttore Omar Monestier sarebbe dovuta essere quella di non diffondere un sms privato fra due persone, cosa che invece ha fatto. Cosa che ha fatto anche con il sottoscritto girando un messaggio ad una sua conoscente che poi mi ha querelato (alla faccia del segreto professionale). La seconda regola che Omar Momestier non ha seguito è quella della solidarietà maschile e del rispetto verso le donne. Umiliare una signora facendo credere che suo marito sia un maniaco seriale, solo per fare un piacere al Pd mi pare di pessimo stile. Non meglio il comportamento di Ponzio Fontanini e Ponzio Barillari, ossia il sindaco e il capogruppo di Forza Italia (gruppo a cui appartiene Govetto): neppure una parola in sua difesa sulla stampa. E che dire della paladina del femminismo Cinzia Del Torre che ha abbandonato le battaglie animaliste di quando era in maggioranza per scoprirsi improvvisamente donna fragile? Avanti allora con imprenditori che pagano le ragazzine per farsi assieme un giro in elicottero, avanti con le addette stampa selezionate per taglia di abito, avanti con i consiglieri regionali che pagano ai propri accompagnatori la camera di albergo a spese della cittadinanza, avanti con le false cooperative che diventano Spa nel giro di pochi giorni, avanti con le inchieste delle procure siciliane che la stampa friulana finge di non conoscere, ma tutti d'accordo a proteggere le spalle immacolate di Sara Rosso e a rovinare la vita di un ingenuo che ancora si fida di chi lo ha abbandonato.