**
  • Home > Gossip > OIPA E MOVIMENTO ANIMALISTA NEL CASO BERTRANDO
  • stampa articolo

    OIPA E MOVIMENTO ANIMALISTA NEL CASO BERTRANDO

    2000A

    Sono in moltissimi, in questi giorni ad averci chiesto aggiornamenti su Bertrando (vedi foto), il cagnolone chiuso in un recinto lager di Pasian di Prato, in totale isolamento, per quasi tutta la giornata. Purtroppo non è cambiato nulla dopo la manifestazione organizzata da Animal Revolution fuori dal Municipio di Pasian. Il sindaco Pozzo non ci ha mai fatto avere, ad oggi, il verbale sottoscritto dal veterinario pubblico Stefano Brisinello e l'Oipa non ha mai nemmeno fatto un verbale. Alcuni giorni fa il sindaco Andrea Pozzo, su indicazione del coordinatore delle guardie ecozoofile Edoardo Valentini, ha dato mandato al veterinario comportamentalista di Gorizia, Monica Manari, di effettuare una visita a Bertrando. Qui, inizia l'aspetto più inquietante della vicenda. Alla visita effettuata dalla dottoressa Manari, nel recinto lager di Bertrando era presente oltre al suo proprietario, il signor Comina, anche il vigile urbano di Pasian di Prato Giabbai, cinque guadie Oipa in divisa, guidate da Edoardo Valentini, l'avvocato Alessandra Marchi di Pordenone e l'avvocato Laura Trovò di Udine, rispettivamente coordinatrice regionale e provinciale del Movimento Animalista di Michela Vittoria Brambilla. A che titolo le due responsabili del movimento animalista hanno partecipato all'ispezione effettuata dall'Oipa e perchè non hanno preteso che un cane tenuto in stato di isolamento da anni, non venisse sequestrato immediatamente? Perchè Edoardo valentini non ha effettuato neppure questa volta un regolare verbale e perchè il vigile Giabbai non avrebbe identificato nel suo verbale le due avvocatesse a seguito dell'Oipa? Il coordinatore delle guardie Oipa, Edoardo Valentini, ha dichiarato che "l'avvocato Marchi ha, prima dell'arrivo della dottoressa Manari, partecipato assieme all'Oipa al sopralluogo interno per verificare le bonifiche prescritte in quanto conoscente delle norme regionali inerenti alla detenzioni di animali. In qualità di avvocato perchè la controparte aveva facoltà di averne uno e per confermare l'arrivo effettivo della dottoressa per eseguire la perizia". Inquietante che Oipa non conosca le norme regionali sulla detenzione di animali e strano che l'avvocato Marchi dovesse confermare l'arrivo del veterinario comportamentalista non essendo pubblico ufficiale ed essendo presente il vigile di Pasian di Prato Giabbai.

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ