**
  • Home > Gossip > UN MIRACOLO TRASFORMA DAMELE IN DIRIGENTE DI RUOLO
  • stampa articolo

    UN MIRACOLO TRASFORMA DAMELE IN DIRIGENTE DI RUOLO

    275A

    Non avendo ancora ricevuto alcun chiarimento da parte del Comune di Udine in ordine ai dubbi sollevati sul curriculum del dirigente Daniele Damele (vedi foto), abbiamo sentito l'attuale presidente della Fondazione Caccia Burlo di Trieste, avv. Lori Petronio Sampietro, relativamente al ruolo rivestito dalla stesso ai tempi in cui lavorava in Fondazione. L'avv. Lori Petronio, ci ha riferito di essere stata nominata presidente della Fondazione nel 2002 e che il dott. Damele era in servizio presso l'ente quale direttore ma ovviamente senza inquadramento pubblico. La fondazione, che all'epoca aveva solo 5 dipendenti,  a seguito dell'entrata in vigore della L.R. 19/2003 aveva scelto di ritornare ad essere un ente di diritto privato (in precedenza aveva configurazione di IPAB). Nel corso del 2004 il dott. Damele interruppe il rapporto di lavoro con la Fondazione essendo stato nominato dirigente a tempo determinato ex art. 110 del D.lgs 267/2000, presso la Provincia di Udine presieduta all'epoca da Marzio Strassoldo. Andato via Damele dalla Fondazione la figura del direttore venne abolita essendo ritenuta inutile visto anche lo scarso numero di collaboratori. Dato che non abbiamo rinvenuto alcun bando di concorso per dirigente amminstrativo a tempo indeterminato emanato dalla Provincia di Udine, non si riesce a capire come Damele a un certo punto nel suo blog danieledamele.it, dichiari di essere dirigente amministrativo  di ruolo a tempo indeterminato della pubblica amministrazione. Infatti è nota l'impossibilità, affermata da granitica giurisprudenza, che un rapporto di lavoro dirigenziale a tempo determinato si trasformi a tempo indeterminato in assenza di un pubblico concorso. Dato che a seguito dell'abolizione della Provincia di Udine, lo stesso è stato dirigente presso la Regione FVG ed in particolare all'Ersa,  chiediamo anche all'Assessore Sebastiano Callari della Regione FVG ed al suo dirigente del personale avv. Francesco Forte, sempre attento e pronto a richiamare i dipendenti regionali, di verificare quanto segnalato dal Perbenista così come sarebbe loro dovere e, qualora i dubbi sollevati siano fondati, provvedano a recuperare gli stipendi illegittimamente elargiti per il periodo in cui Damele è stato in servizio in Regione. Lo stesso dicasi ovviamente per il Comune di Udine.     

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ