il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

DONNA VIVIANA ELIMINA LE TRE GIOVANI PADANE

Taluni assessori, sebbene poco efficienti, godono della simpatia della siora Viviana Rojatti, moglie del sindaco Pietro Fontanini. Questa simpatia ha permesso loro di entrare anche nelle grazie del primo cittadino diventando assessori comunali e restandovi nonostante gli scarsi risultati. E' il caso di Cocco Ciani che sebbene prese molti meno voti del collega Andrea Cunta si piazzò con le lacrime agli occhi fuori casa del sindaco in attesa di una sua nomina. E' il caso anche del dott. Giovanni Barillari, eccellente medico ma presente solo poche ore il lunedì in assessorato per ricevere migliaia di poveri disgraziati in cerca di ascolto. Ed è grazie a Giovanni Barillari che il sindaco Pieri Fontanini ha dato il via al nuovo Teatrone Friulano dove potrà avere un suo spazio l'eccellente Accademia Nico Pepe, nonostante la contrarietà di Fabrizio Cigolot. Se gli udinesi hanno la puzza sotto il naso con i politici che arrivano a Palazzo D'aronco dalla provincia, la professoressa Roiatti, da vera padana, cugina di Sergio Cecotti, non stravede per quelli con sangue meridionale. Come spesso accade le peggior nemiche delle donne sono le donne specie se giovani e di bell'aspetto. Così arriva secco il veto della signora Viviana alla promozione in campo di tre giovani padane: le consigliere Lorenza Ioan e Claudia Basaldella e la prima dei non eletti Giulia Agostinelli (vedi foto). Sebbene vice capogruppo in consiglio, non sarà la Ioan a diventare capogruppo ma il neo arrivato Foramitti; Claudia Basaldella nonostante il suo impegno nel benessere animale non passerà da consigliera delegata a assessore; Giulia Agostinelli che sarebbe potuta entrare in consiglio comunale, resterà a casa, dopo le dimissioni di Foramitti dal cda del Teatro.