**
  • Home > Gossip > CONTARENOPOLI: IL COMUNE TIENE ALL'OSCURO ASS E NAS
  • stampa articolo

    CONTARENOPOLI: IL COMUNE TIENE ALL'OSCURO ASS E NAS

    1908a

    Riceviamo e pubblichiamo una mail spedita lo scorso marzo dal gestore del Bar Contarena, Ubaldo Leone, al sindaco Pietro Fontanini, al segretario generale Carmine Cipriano, al neo dirigente delle attività commerciali del Comune e all'assessore al bilancio Francesca Laudicina. Il contenuto del testo è gravissimo come pure i nomi dei destinatari in copia conoscenza. Perchè visto il contenuto delicato della mail non si è provveduto ad informare le istituzioni competenti della Ass udinese e dei Nas? Cosa intende il tacito silenzio dell'amministrazione rispetto ad una lettera che un contenuto minaccioso? Quali sono i rischi a cui quotidianemnte vengono sottoposti i clienti del bar di proprietà del Comune se, come si scrive, molte attrezzature non sono a norma e perchè i controlli sono stati fatti solo parzialmente? Qui di seguito riportiamo letteralmente il testo della mail (vedi foto) che trovate in allegato al post: "Egregio Signor Sindaco Fontanini, ancora ieri leggiamo sul giornale dichiarazioni che hanno il solo scopo di danneggiarci. Troviamo nel virgolettato e quindi parole rilasciate dall'assessore Laudicina che "sulla base della verifica di un perito è emersa solo la necessità di fare subito questi lavori per la sistemazione dell'impianto elettrico". Cosa avrebbe dovuto potuto dire di diverso un perito elettrico a cui era stato richiesto di esaminare solo l'impianto elettrico? Vogliamo vedere cosa direbbe la Asl se vedessero le attrezzature del 1991 non più a norma? Cosa direbbe se vedesse tutte le cose non in regola che abbiamo più e più volte evidenziato? Perchè allora continuare a metterci in mostra come quelli che non stanno pagando il piano di rientro malgrado l'unico vero controllo che avete fatto fino ad oggi ci ha dato ragione in quello che scrivevamo? Perchè non parlare di quello che abbiamo fatto per andare avanti e che non ci competeva? Perchè non parlare delle difficoltà che oggi affrontiamo per l'inerzia e la totale assenza del comune di Udine sulle cose che erano di sua competenza? Persino il giornalista ha voluto inserire il nostro "credito" per dare una visione più completa e il giornalista sapeva solo la parte arredamento, non che il locale in questo momento non fosse a norma...anche se 110.000 euro di spesa urgente a carico del comune per la sola parte elettrica è molto più di un'ammissione! Oggi abbiamo un interlocutore che risponde molto celermente con cui poter dialogare e ritenianmo che ci possa trovare una giusta soluzione a tutti i problemi nel rispetto della legge ma non vogliamo più finire sui giornali come o "cattivi" da monitorare, perchè in questo momento le parti sono casomai invertite ed inoltre non credo sia utile continuare ad attirare le attenzioni di tutti. Sterando di aver fatto chiarezza di quello che crediamo un nostro diritto, la saluto cordialmente - Ubaldo Leone"

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ