il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
MENTRE LA PROCURA APRE UN'IDAGINE, IL CAPO DELLO STATO NOMINA IL DIRETTORE DELLA CASA DI RIPOSO DI PALUZZA CAVALIERE DEL LAVORO

EUROPEE: LA GIUNTA FONTANINI AFFOSSA IL CENTRODESTRA

Questo pomeriggio il centrodestra udinese si riunisce per spartirsi le poltrone di alcune partecipate. Fra Lega, Progetto Fvg e Forza Italia gli appetiti non si colmano e a bordo tavolo resta sempre il tanto temuto/atteso rimpasto. Il consigliere comunale Antonio Falcone (Progetto Fvg) si dice certo di diventare l'undicesimo membro dll'esecutivo, ma analoghe ambizioni le nutre più di un leghista. Resta poi il problema di Autonomia Responsabile, tradita da Paolo Pizzocaro e rimasta fuori dalla giunta. Singolare il comportamento di Fontanini che pur di fare l'equilibrista e in barba a qualunque etica politica, siede in giunta con l'assessore di estrema destra Daniele Perissutti e manda il suo pupillo Ciani alle commemorazioni dei partigiani della Garibaldi con Anpi e Pd. Il senso di questa spartizione del tutto personale lo si percepisce capendo che non esiste alcun segretario cittadino ma, a fare tutto sono gli autoproclamati capigruppo. Nessuna discussione sul programma elettorale; nessuna assemblea cittadina sul programma elettorale; nessuna crisi di giunta sul programma elettorale. Ovviamente a nessuno della giunta Fontanini interessa il mantenimento del programma elettorale o forse non lo conoscono neppure viste le loro delibere di giunta. Per questo l'elettorato udinese che, al ballottaggio, ha votato Pietro Fontanini, per non lasciare il Comune in mano alla sinistra, non si farà prendere ancora in giro da un gruppo di signori diventati miracolosamente sindaco e assessori. Alle Europee (vedi foto) gli elettori del centrodestra voteranno pensando a chi da un anno siede a Palazzo D'Aronco.