il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

ASP LA QUIETE: IL GIRONE DEL PADIGLIONE VENERIO 3

Udine, Asp La Quiete; la Casa di Riposo nota in tutta Italia per aver ospitato gli ultimi giorni di Eluana Englaro. Udine, capoluogo del Friuli, guidato dal sindaco leghista Fontanini e da un assessore al sociale, stimato ematologo nazionale. Udine, la cui sanità regionale è nelle mani del secondo governatore più gradito di Italia: Massimiliano Fedriga (Lega). Eppure l'episodio che vi stiamo per raccontare accade proprio all'Asp La Quiete di Udine. Causa dei lavori al secondo piano del padiglione Venerio, hanno trasferito decine di ospiti non autosufficienti al terzo piano, già abbondantemente pieno. Fa caldo e l'aria è irrespirabile a causa di qualche bagno aperto. Un corridoio strettissimo divide un lato delle camere da letto dall'altro. La struttura è decisamente vecchia. Le camere da letto, nate come doppie per permessi regionali e metratura, sono state trasformate in triple. Una camera tripla dovrebbe avere una dimensione minima di 16,5 mq. ma è molto di meno. Lo si capisce vedendo la disposizione dei tre letti (vedi foto), letteralmente attaccati, al punto che per l'ospite del letto centrale è impossibile salire o scendere. I parenti dei ricoverati sono furiosi e scoraggiati; parlano di uno sconto di 5 euro a notte in cambio di questa sistemazione che neppure alla Cavarzerani sarebbe concessa. Gli armadi in camera soffocano quel poco di spazio libero rimasto e per ciascuno c'è appena un'anta. Ogni lamentela avanzata al Presidente della Asp o all'assessore Barillari è risultata inutile; intanto la paura a parlare e a raccontare quello che non funziona cresce di giorno in giorno fra pazienti e parenti.