il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
IL VICE PRESIDENTE DE LA QUIETE SMASCHERA IL DIRETTORE GENERALE GUARNERI

BUFERA BARILLARI: 4 SETTIMANE PER UN APPUNTAMENTO

E' una vera bufera quella scoppiata fra centinaia di cittadini, loro malgrado ritrovatisi a che fare con l'assessorato alla Sanità e ai Servizi sociali del Comune di Udine. Persone che non arrivano a fine mese, disabili con problematicità di ogni genere, ragazze stuprate dai padri, tossicodipendeti, gente in attesa per un posto alla Quiete, ricoverati in casa di risposo con problemi di assistenza e cura. Senza contare tutti quei lavoratori in cassa integrazione o in procinto di chiedere assistenza che necessitano di idonei certificati. Assessore ai Servizi Sociali è il dott. Giovanni Barillari, stimato ed impegnato ematologo in servizio presso l'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine ed ex consigliere regionale Udc. Come si può vedere dal sito del Comune (vedi foto), l'assessore Giovanni Barillari riceve esclusivamente il giovedì mattina su appuntamento; gli altri giorni è impossibile. Telefonando al numero di telefono indicato, ossia quello della sua assistente personale, signora Angela Carbone, spesso il telefono suona muto perchè impegnata in altre mansioni d'ufficio. Contattata, finalmente, un'altra cortese collaboratrice dell'assessore, ci comunica che per ottenere un appuntamento con il dott. Giovanni Barillari il tempo medio è di quattro settimane, ossia un mese, nel più fortunato dei casi. "Sembra tanto - ci spiegano - ma ricevendo solo il giovedì mattina, si tratta di quattro pagina di agenda". Il Presidente del Consiglio Comunale Enrico Berti afferma che tutti gli assessori della giunta Fontanini sono inquadrati a tempo pieno e quindi anche Barillari. Solo pochi giorni fa, avevamo raccontato il caso di una signora con il marito ricoverato alla Quiete in stato di denutrizione per carenza di "imboccamento" e anche in questa triste vicenda si faceva riferimento all'impossibilità di incontrare l'assessore competente.