il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

PASIAN DI PRATO: LE 4 CIVICHE PUNTANO SU MARCO QUAI

In una sala del bar Pin Up, piena di persone, Marco Quai ha presentato oggi la sua candidatura a sindaco di Pasian di Prato. Seduti a suo fianco esponenti delle quattro liste civiche (vedi foto) a suo supporto, gente comune, associazioni, volontariato ma anche tanti militanti del centrodestra. Colonne portanti di Lega e Fratelli di Italia del territorio che hanno rifiutato di sostenere la ricandidatura del sindaco uscente, giudicato inaffidabile e distante dai cittadini. "Ho sempre risposto al telefono a chiunque e incontrare i miei elettori è sempre stato per me ragione di vanto e di crescia" - dichiara durante le prime battute Marco Quai, puntando il dito contro il suo avversario Andrea Pozzo reo di non ricevere e di non ascolare le istanze del territorio. Ad andare giù durissimo, è il presidente della Pasianese Calcio, Ermanno Venier, noto medico del paese e già stimato assessore al sociale. Venier accusa il sindaco Pozzo di aver privato la squadra di calcio di Pasian di Prato della possibilità di disputare il campionato in casa obbligandola a giocare nel campo di Bressa di Campoformido, contravvenendo a quanto previsto dallo stesso statuto comunale. Non solo; dopo pochi secondi prende la parola Lucio Pala e lamenta che non ci sono più loculi cimiteriali disponibili e chi muore va seppellito fuori paese. Fra i demeriti di Pozzo anche l'aver portato l'Imu dal 7,6 al 8,6, il non aver fatto la promessa pubblicazione periodica, la mancata riqualificazione del fabbricato della Posta invaso da topi e l'ex area Venturini, non aver permesso alcun project financing ed essersi inventato l'istituzione del microcredito per aiutare le imprese in crisi. Valerio Toneatto e Daniele Pala (in sla anche Tiziano Pontoni), in rappresentanza di un elettorato di destra/Fratelli di Italia hanno etichettato Pozzo come inaffidabile e politicamente non corretto. L'Ex leghista Remo Della Mora ha ricordato le tante battaglie fatte da assessore e da privato cittadino per la viabilità e il silenzio di Pozzo rispetto allo scempio di Basaldella creato dall'ex presidente della Provincia Pietro Fontanini. Al tavolo Paola Corazza, Giorgio Ursig, Lucio Leita, Valerio Toneatto, Gianpaolo Del Fabbro, Daniele Pala, Silvia Degano ed Ermanno Venier. Queste le quattro liste che il 16 marzo depositeranno il programma elettorale a sostegno della candidatura a sindaco di Marco Quai: Volontariato e Solidarietà, Gruppi Civici di Pasia di Prato, Ermanno Venier per il sociale e Autonomia e Comunità.