**
  • Home > Gossip > STRANO COMPORTAMENTO DEL VIGILE GREATTI E DI SARA ROSSO
  • stampa articolo

    STRANO COMPORTAMENTO DEL VIGILE GREATTI E DI SARA ROSSO

    1836A

    Il 14 febbraio 2019 verso le 11.30 Marco Belviso, giornalista e addetto stampa del gabinetto del sindaco Fontanini, in seguito ad una lettera di alcuni dipendenti comunali, si reca al parcheggio veicoli della Polizia Locale in via Marco Volpe 20 per verificare alcune anomalie. All'interno del parcheggio vi sono, infatti, parcheggiate gratuitamente, per l'intera giornata decine di vetture privati di dipendenti pubblici. Il cancello è aperto e la rete di recinzione è a maglie larghe, quindi non è difficile vedere dentro e scattare alcune fotografie. Due motociclisti della Polizia Locale, Pietro Minin e Michele Greatti (vedi foto) arrivano immediatamente per chiedere spiegazioni. Attenzione adesso; il giorno 2 novembre, l'agente Michele Greatti, in borghese, si recava all'ufficio di Belviso, accompagnato da un altro suo collega, chiedendo di poter esporre alcune lamentele. Greatti si lamenta del suo comandante e dell'operato di molti agenti che invece di pensare al bene del gruppo ragionano individualmente. Chiede di poter essere armato e munito di manganello per le operazioni di polizia. Segnala le inadempienze di alcuni suoi colleghi di concerto con i superiori. Passano tre mesi e l'agente Greatti, incontrando Marco Belviso all'ingresso del portone del parcheggio veicoli di via Marco Volpe 20 con tono duro intima di non scattare fotografie alle vetture. Pochi istanti dopo come si legge nella sua relazione del 15 febbraio 2019 dichiara "giunti all'interno del predetto parcheggio, si notava che era presente un soggetto di sesso maschile che stava effettuando riprese fotografiche tramite uno smartphone ai veicoli presenti all'interno dell'area. A fianco della persona citata era presente il responsabile del parco automezzi sig. Staning Ermanno. Si provvedeva dunque a identificare il soggetto e a chiedere la motivazione e il titolo della sua presenza all'interno dei locali del Comando. Lo stesso alla domanda degli scriventi su che cosa stesse facendo rispondeva che non doveva dare alcuna spiegazione in merito in quanto giornalista. Il soggetto veniva quindi informato della necessaria identificazione in quanto nel tempo erano accaduti diversi danneggiamenti e furti tra cui quello di un'autovettura (frasi mai detta). Il soggetto veniva identificato per Marco Belviso". In data 17 febbraio i consiglieri comunali Sara Rosso e Federico Pirone inoltrano un'interrogazione al sindaco scrivendo: "ci è giunta notizia da fonti attendibili che in data 14 febbraio 2019, in tarda mattinata, un soggetto si sarebbe aggirato senza autorizzazione nella rimessa delle auto di servizio della polizia municipale di Via Marco Volpe; il soggetto di sesso maschile sarebbe stato identificato come Marco Belviso, addetto stampa del Sindaco". Come potevano i due consiglieri dell'opposizione essere informati dell'accaduto nel giro di 36 ore? Per quale ragione l'agente Michele Greatti finge di non conoscere Marco Belviso, a cui pochi mesi prima aveva chiesto un appuntamento (con testimoni) nell'ufficio stampa e dove gli veniva presentato l'assessore alla sicurezza Alessandro Ciani? Quale norma consente ai dipendenti della Polizia Locale ed Attività Economiche e Turistiche di parcheggiare all'interno del parco le vetture private mentre vieta agli altri dipendenti dell'amministrazione comunale l'ingresso a piedi?

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ