il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
MENTRE LA PROCURA APRE UN'IDAGINE, IL CAPO DELLO STATO NOMINA IL DIRETTORE DELLA CASA DI RIPOSO DI PALUZZA CAVALIERE DEL LAVORO

CIRCOLO MISSKAPPA COVO DI PROFUGHI

Il giorno 7 dicembre 2018 sulla pagina Facebook della Onlus Ospiti in Arrivo appare il seguente post: "CONCORSO FOTOGRAFICO (CON IL PRESEPE ANTIBIVACCO DI PIAZZA DEL POZZO SENZA PANCHINE A UDINE) Si tratta di un contest per selezionare l'idea migliore. Vale tutto. Foto, meme e anche fotomontaggi. (Ovviamente le fotografie fatte realmente sul posto partiranno con un punteggio più alto.) Potete partecipare tutti. Tutti i generi, tutte le religioni e tutte le etnie del pianeta. Postate qui sotto le vostre foto con il presepe, o anche negli spazi dove sono state rimosse le famigerate panchine. Potete fotografarvi accompagnati dalla vostra panchina portatile da bivacco, inginocchiati, sdraiati, con i protagonisti del presepe, con un bambinello di qualsiasi colore voi vogliate, insomma mandateci la foto più significativa! La/le foto più belle verranno premiate con i gadget di Ospiti In Arrivo". Ancora più offensivo e blasfemo uno dei fotomontaggi riportati, che ritraggono nel voto di San Giuseppe e della Madonna, il sindaco Pietro Fontanini e il presidente della terza circoscrizione Stefano Salmè (vedi foto). Questa associazione, Ospiti in Arrivo, ha sede presso il circolo Arci Misskappa in via Bertaldia e accoglie spesso profughi e presunti clandestini per iniziative di "accoglienza" di vario genere. L'associazione Ospiti in Arrivo si definisce "un'associazione di volontariato che nasce per assicurare la prima assistenza dei richiedenti asilo a Udine". Dal portale della Onlus si legge che sono presenti ogni sera nei luoghi dove i richiedenti asilo si trovano al momento del loro arrivo in città e prima del loro ingresso nel sistema d’accoglienza. Ma la parte più interessante è quella dove viene detto che all'interno del Circolo Misskappa vi è un vero e proprio magazzino per profughi e questo spiega il via vai di profughi che entrano dentro il Circolo pur non essendo, ovviamente, soci o noti: "Gestiamo un magazzino, presso il Circolo Arci MissKappa, dove raccogliamo sacchi a pelo, coperte, indumenti e accessori di diverso genere, nuovi o usati, ma anche altro materiale di prima necessità destinato a fronteggiare le diverse situazioni di bisogno, in città e in regione".