il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
PARENTOPOLI IN MARILENGHE AL TEATRI STABIL FURLAN

CIRCOLO ARCI MISSKAPPA: I CITTADINI CHIEDONO CONTROLLI

GIOVEDI' 21 FEBBRAIO, ORE 20.30, NELLA SEDE DI VIA BERTALDIA, SI TERRA' L'ASSEMBLEA DELLE SOCIE E DEI SOCI DEL CIRCOLO (VEDI FOTO) ARCI MISSKAPPA. Si parlerà della prossima scadenza del contratto di affitto e del futuro del circolo, della situazione economico/finanziaria e delle prospettive future. Nell'avviso di convocazione si legge: "Il diritto di voto è dei soci e delle socie del circolo! Ma a noi piace la partecipazione di TUTTE LE PERSONE CHE AMANO IL MISSKAPPA! Quindi vi aspettiamo numerose/i". Basta osservare la foto postata per rendersi conto di quanta gente affolla, seduti anche per terra, la sala del Circolo, andando a sforare la capienza permessa. Considerando i luoghi indicati nel precedente punto 2, è utile ricordare il “circolo privato”.
Per “circolo” si intende in generale una libera associazione, costituita tra cittadini, con finalità ricreative, culturali, sportive, sociali che svolge la propria attività senza fini di lucro, a beneficio del proprio corpo sociale, in locali o spazi non aperti al pubblico. Le attività istituzionali di un associazione e/o circolo ricreativo/culturale, sportivo/sociale, possono comprendere anche la gestione di bar con somministrazione di alimenti e bevande effettuata esclusivamente nei confronti dei soci: i proventi derivati da queste operazioni non sono considerate di natura commerciale dal legislatore fiscale. I locali sede dei circoli privati in cui viene esercitata la somministrazione di alimenti e bevande ai soci non devono possedere la destinazione urbanistico-edilizia di tipo commerciale. All’esterno della struttura adibita a circolo privato con somministrazione non possono essere apposte insegne, targhe o altre indicazioni che pubblicizzino le attività di somministrazione esercitate all’interno. L’accesso alla struttura non deve avvenire dalla pubblica via, in conformità con il D.M. 17/12/92 n. 564. Conduzione personale dell’attività: per gli esercizi di somministrazione vi è l’obbligo della conduzione personale dell’attività; qualora l’attività non sia esercitata direttamente dal titolare o dal legale rappresentante, essi possono ricorrere all’istituto della rappresentanza, ai sensi degli artt. 8 e 93 del T.U.L.P.S. Ma chi è il rappresentante T.U.L.P.S,? Il rappresentante T.U.L.P.S. è una specie di institore o procuratore, che agisce in nome e per conto del titolare o del legale rappresentante dell’impresa societaria, sostituendoli stabilmente. L’art.12 del R.D. 635/40 non richiede espressamente una procura per la sua designazione e pertanto la nomina, purchè accettata espressamente, può essere fatta in forma libera, mediante una dichiarazione, in cui il titolare dichiara il nominativo della persona designata per la singola unità locale e la persona designata, a sua volta, dichiara di avere accettato la designazione. Il titolare deve sempre far predisporre la Documentazione di rispondenza alle norme relative all’inquinamento acustico da un tecnico competente in acustica ambientale, redatta secondo le modalità della D.G.R. 2870/2009. Per prevenire o risanare le situazioni di elevato inquinamento acustico, l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente - A.R.P.A. (istituita con L.R. 3 marzo 1998, n. 6) svolge attività di controllo, su richiesta dei SUAP, dei livelli di rumore (relazione fonometrica) per verificare il rispetto dei limiti di legge e di supporto tecnico mediante espressione di pareri su attività temporanee e partecipazione a commissioni (es. pubblico spettacolo). Il Reg. Comunitario 852/2004 individua gli operatori del settore alimentare quali responsabili dell’adozione delle misure di sicurezza da attuare per garantire la non pericolosità dei prodotti alimentari, secondo il concetto di ”autocontrollo”.
Per operatore del settore alimentare (OSA) si intende “la persona fisica o giuridica responsabile di garantire il rispetto delle disposizioni della legislazione alimentare nell’impresa alimentare posta sotto il suo controllo”.
Secondo l’art 6 del Reg. 852/2004 l’OSA deve notificare all’Autorità Competente (A.C.), cioè il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda per l'assistenza sanitaria (DIP), ogni stabilimento posto sotto il suo controllo che esegua una qualsiasi delle fasi di produzione, trasformazione (compreso il trasporto) e distribuzione di alimenti ai fini della registrazione del suddetto stabilimento; a seguito della notifica l’A.C. non rilascerà più alcuna autorizzazione sanitaria, nulla osta o parere per l’esercizio di una qualsivoglia attività nel settore alimentare, ma si limiterà alla semplice registrazione dell’impresa. Ma il vero punto che interessa circoli privati, come quelli aderenti all'Arci è chi può entrare e usufruire dei suoi servizi, che registrazioni deve fare e che requisiti deve possedere. Al Misskappa capitano spesso serate con immigrati o presunti profughi. Queste persone vengono regolarmente registrate e sono tutte persone con regolare permesso di soggiorno? Più di qualche residente della zona attigua a via Bertaldia ha dichiarato di aver visto presunti profughi uscire dal circolo Misskappa visibilmente alterati per poi sdraiarsi a dormire nei giardini e nelle panchine circostanti.