il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

LA CASA DELLE DONNE, ANZI DELLE FEMMINISTE ROSSE

Ecco la prima immagine dell'apertura della Casa delle Donne (vedi foto): l'ex sindaco Furio Honsell, il Presidente della Commissione Pari Opportunità, Sara Rosso (Pd), e l'Assessore alle PPOO Cinzia Del Torre (Pd). Inaugurata il 14 marzo del 2014, la Casa delle Donne è divenuta un punto di riferimento per le attività per la parità di genere e per la riflessione del mondo femminista. Durante l'ultimo mandato Honsell, la struttura, creata dal Comune di Udine e resa viva dalle molteplici associazioni di sinistra che ne hanno fatto il punto di appoggio della loro attività, poteva contare su un calendario di oltre 50 appuntamenti annuali (senza contare quelli inseriti in Calendidonna nel mese di marzo e Passi Avanti nel mese di novembre) che sommati alle numerose riunioni organizzative delle associazioni aderenti, prevedeva un minimo di due appuntamenti alla settimana. Per non parlare del Centro di Documentazione, che conta oltre mille testi rigorosamente graditi alla cultura di sinistra (saggistica, narrativa, poesia con prevalenza di autrici e tematiche femminili), gestito da tre "compagne". La Casa delle Donne è sede del Tavolo di Coordinamento, che si riunisce circa una volta al mese per definire calendario delle attività, progetti e collaborazioni, presieduto dall'Assessore alle Pari Opportunità con i rappresentanti della Commissione Pari Opportunità e Zerotolerance, e comprende le associazioni SNOQ? Udine, Dars Gruppo Anna Achmatova, Core, Le donne Resistenti e Associazione La Tela. Ovviamente la Palazzina è di proprietà dell'amministrazione comunale e le itenze sono a carico della stessa amministrazione, ossia dei cittadini. Fra le canzoni prodotte dal Coro de La Tela nel 2016 a Vicino/Lontano, solo per citarne alcune, il Canto tradizionale Rwanda Zaire, il Canto Calabrese in Arberesche, la Ninna Nanna Africana e il Canto delle Mondine.