• Home > Gossip > IL FIGLIO IMBUCATO DEL DIRIGENTE PUBBLICO
  • stampa articolo

    IL FIGLIO IMBUCATO DEL DIRIGENTE PUBBLICO

    1743A

    Quando il figlio di un potente dirigente pubblico viene imbucato a lavorare da qualche importante parlamentare non può considerarsi eticamente corretto. Rimarrà sempre il dubbio se il padre dovrà riconoscenza al datore di lavoro del figlio e al partito politico rappresentato dal deputato. Perchè poi, una corsia preferenziale? Perchè assumere qualcuno, sia pure a tempo determinato, solo perchè figlio di "suo padre"? Può considerarsi un merito o un demerito? Se la legge proibisce per politici e dirigenti pubblici di accettare regali per un valore superiore ad una certa somma, non dovrebbe valere lo stesso principio quando si tratta di un assunzione di un parente che corrisponde ad un legittimo stipendio fisso? Non meravigliamoci, allora, se viviamo in una regione in cui scandali e mazzette sono all'ordine del giorno, perchè qui, come nel resto di Italia, ci sono tante persone oneste ma anche più di qualche furbetto ben protetto.

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ