il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
MAZZETTE IN SICILIA, COINVOLTA EURO&PROMOS DI SERGIO BINI

IL MODULO CHE SMASCHERA CONFCOMMERCIO UDINE

Da questa sera, probabilmente, a molta più gente risulterà chiara la grande commedia che alcuni commercianti del centro hanno messo in scena pur di recuperare un contributo pubblico per le luminarie natalizie. Fate attenzione ad ogni passaggio e ad ogni soggetto. I "commercianti" del "Villaggio Pecile" (vedi foto) ringraziano "l'associazione di promozione sociale Brainery Academy" e la signora Liuzzi di "Confcommercio" per il sostegno avuto e la grande partecipazione alla realizzazione delle luci di Natale. Premesso che "Villaggio dei Pecile" concretamente non esiste sotto nessuna forma associativa, i commercianti in oggetto sono esattamente quelli iscritti a Confcommercio. Per questa ragione, il presidente mandamentale di Confcommercio Udine, Giuseppe Pavan, fa recapitare a ciascuna commerciante delle varie vie della città lo stesso modulo (vedi foto) destinato alla raccolta della quota necessaria alle limunarie: 120 euro. La Aps Academy Brainery non è formata da nessun commerciante di Largo Pecile e ha come oggetto sociale l'insegnamento e l'educazione. Non esiste alcun mandato con cui i commercianti della zona chiedono alla Aps di farsi carico di formulare la domanda atta a ricevere successivamente un contributo di 2.500 euro. Il Bando pubblico però è chiaro e precisa che "ogni soggetto richiedente può presentare una sola domanda"; ecco spiegata la ragione per cui ogni singola zona viena presa in carico da una diversa associazione e non direttamente da Confcommercio.