il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

I DUE VOLTI DI BERNAVA E LA LOBBY VETERINARIA DEL PD

Alberto Bernava è il presidente dell'ordine dei veterinari della provincia di Udine. Dopo essere stato invitato dagli organizzatori ad un evento animalista ha deciso di rispondere su Facebook (vedi foto). Ha scritto: "Egregio Sig. Belviso, ho appreso anch’io questa sera che la persona che avevo pensato essere competente, e sicuramente lo è, purtroppo ha un impegno lavorativo , dimostrabile, inderogabile. Io non riesco ad esserci, come le avevo già accennato. Le ricordo che l’invito mi è arrivato , da lei , ieri sera. Sono sicuro che lei capisce che la priorità la do agli appuntamenti che ho preso con i miei clienti". Nello stesso tempo ha pubblicato sul profilo Facebook dell'ordine dei veterinari un post a dir poco imbarazzante se si pensa essere stato scritto da un'ordine professionale; ancor peggio la doppia faccia in cui, dimenticando quanto scritto privatamente, dichiara: "L’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Udine, sicuro di interpretare i sentimenti di tutti i suoi iscritti, si dichiara indignato nei confronti della campagna offensiva e denigratoria verso alcuni suoi iscritti, sia liberi professionisti che dipendenti del Sistema Sanitario Nazionale. La pubblicazione su blog o social di fatti od azioni senza prima verificarne la reale dinamica o veridicità non può essere definita giornalismo ma soltanto calunnia e pettegolezzo. Il giornalista ha l’obbligo morale di verificare fonti e fatti prima della loro pubblicazione. Il sensazionalismo che costantemente viene cercato è solo fine a se stesso e spero non sia una ricerca di visibilità personale. Siamo sicuri che, passata l’ondata emozionale che certe notizie possono creare, la maturità e l’obiettività dell’utenza possa far ricordare quante volte i colleghi accusati ingiustamente e tutti gli altri che operano sul territorio siano intervenuti in aiuto dei loro animali, di giorno come di notte compresi i giorni di festa". Ma cosa vuol dire il presidente Bernava ricordando "quante volte i colleghi accusati ingiustamente e tutti gli altri che operano sul territorio siano intervenuti in aiuto dei loro animali, di giorno come di notte compresi i giorni di festa"? Se si riferisce ai liberi professionisti, costoro hanno fatto il proprio dovere e legittimamente si sono fatti pagare per il lavoro eseguito dai padroni degli animali. Se, invece, si riferisce al servizio veterinario pubblico, la maggior parte degli interventi in strada viene eseguita dai cinovigili e non da medici veterinari (come previsto dalla stessa azienda sanitaria). Quali sono i colleghi veterinari "sia liberi professionisti che dipendenti del sistema sanitario nazionale denigrati" e per quale ragione"? Come mai a mettere un like al post di Bernava sono prevalentemente veterinari oppure dirigenti del Pd fra cui l'ex assessore al benessere animale Cinzia Del Torre?