• Home > Gossip > COMPITI E DOVERI DEL CINOVIGILE IN FVG
  • stampa articolo

    COMPITI E DOVERI DEL CINOVIGILE IN FVG

    1662A

    Quando trovate un cane vagante o un gatto in libertà feriti potete chiedere spccorso al 112 che a breve giro vi dovrà mettere in contatto con un cinovigile convenzionato con la Azienda Sanitaria del Territorio. Ma vediamo quali sono le disposizioni per le ditte che si occupano di questo servizio. Il servizio cattura e recupero comprende la cattura dei cani vaganti, dei gatti in libertà, di cani vaganti e di gatti in libertà che versando in stato di necessità richiedano di trasporto con mezzo idoneo, la rilevazione del codice di identificazione dell'animale, la pronta consegna, ovvero consegna senza ingiustificato ritardo, al legittimo detentore dei cani registrati nella banca dati regionale dell'anagrafe degli animali di affezione, compatibilmente con la valutazione di rischio nei confronti della rabbia, avuto riguardo alla situazione epidemiologica della malattia ricondotta al suo contestonormatico, il trasferimento dei cani non registrati nella BDR, ovvero di quelli registrati ma dei quali il detentore non sia immediatamente reperibile, al canile contumaciale che verrà indicato, il trasferimento dei gatti nella struttura di cui alla L.R. 11 ottobre 2012, n.20 art.24 che verrà indicata, semprechè non venga individuato, nel posto in cui è stato trovato, un eventuale detentore cui restituire l'animale. Il servizio deve essere attivo 24 ore su 24 per 365 giorni anno, e comunque nel rispetto del protocollo aziendale di riferimento. Esso assicura gli interventi sempre e solamente su segnalazione e chiamata della Polizia Locale, delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, di un veterinario dell'Aas affidante, ovvero di altro servizio specificatamente  indicato a tal fine dall'Ente affidante allo stesso. L'intervento dovrà essere eseguito nel più breve tempo possibile e comunque al massimo entro 60 minuti dalla chiamata nei casi di cattura e al massimo entro 40 minuti dalla chiamata nel caso di recupero di animale ferito. La cattura e il recupero dovranno essere realizzati con metodi indolori, tali da non arrecare danno o sofferenza all'animale ed utilizzando attrezzature idonee alla specie oggetto dell'intervento. Di ogni intervento effettuato (anche quando con esito negativo) deve essere redatto dall'affidatario del servizio l'apposito verbale di cattura/consegna rispettoso delle ulteriori specifiche che dovessero venir apposte dall'Aas affidante. Il verbale dovrà essere debitamente sottoscritto. L'affidatario dovrà successivamente: trasmettere in ogni caso il documento in oggetto in duplice copia al Servizio Veterinario della Aas affidante, nell'eventualità in cui il cane o il gatto siano consegnti al canile contumaciale, dovrà essere redatta e sottoscritta anche l'apposita sezione del documento di cui sopra. In questo caso l'animale dovrà essere accompagnato da due copie del documento, delle quali una dovrà essere trasmessa al Veterinario dell'aas affidante e una al Comune in cui è avvenuta la cattura. Lo svolgimento del servizio deve avvenire nel rispetto dei protocolli. Sono a carico della ditta aggiudicataria del servizio la fornitura di tutti i prodotti e le attrezzature necessari all'espletamento delle attività richieste, ivi comprese le attrezzature per la cattura e il recupero, la strumentazione per la lettura dei microchip, nonchè gli automezzi idonei al trasporto di animali. Gli stessi dovranno essere dotati delle seguenti attrezzature: gabbie, trasportini e casse di materiale resistente, lavabile e didinfettabile, di dimensioni adeguate alla specie animale trasportata; barella o mezzo idoneo per il recupero e trasporto all'interno del veicolo; strumenti e attrezzatura per la cattura e conteniento in sicurezza, non traumatizzanti (mascherine per animali selvatici, reti, museruole, laccio distanziale, manicotti antimorso), barella o mezzo idoneo per il recupero e trasporto all'interno dei veicolo, rampa con caratteristiche tecniche conformi alle disposizioni di cui al Regolamento (CE) n.1/2005, adeguate attrezzature di contenimento e separazione da utilizzare in caso di necessità (es. paratie), strumenti e attrezzatura per la cattura e contenimento in sicurezza. I mezzi e le attrezzature messi a disposizione per il singolo appalto non potrano essere utilizzate per altre attività. Dovranno inoltre essere forniti tutti i dispositivi di protezione individuale per il personale impiegato. La ditta che ha in appalto il servizio di cinovigilanza dovrà assolutamente: garantire la partecipazione del personale alle attività formative e/o di aggiornamento; segnalare tempestivamente all'Amministrazione appaltante qualsiasi problema inerente il servizio; vigilare sul regolare svolgimento delle prestazioni secondo le modalità stabilite, ricevere le segnalazioni di non conformità, a cui possono conseguire l'irrogazione delle penali.

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ