il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
FORGARIA: PIERLUIGI MOLINARO NELLA BUFERA

IL MICIO CHE L'AAS 3 HA LASCIATO MORIRE

Domenica mattina ore 11 circa; a Udine, in via Monte Sei Busi, una cittadina trova un gatto steso in mezzo alla strada che spaventato e sanguinante si trascina a bordo strada. Chiama il 112 e entra in contatto con l'emergenza sanitaria che cerca invano il veterinario di turno della zona, poi risponde il veterinario di turno di San Daniele, il dott. Marco D'Agostini, che dichiara di non coprire la zona e dice che cercherà qualche numero utile e che richiamerà. Il responsabile veterinario di turno dell'Aas 3 (Alto Medio Friuli) non solo non si fa più sentire dalla cittadina allarmata per il soccorso al gatto ma riattacca brutalmente il telefono quando lo cerchiamo noi. Il gatto (vedi foto) viene portato grazie al buon cuore di alcune gattare in una clinica privata ma durante la notte muore. Quale deontologia, etica e disciplina ha regolato il comportamento del veterinario pubblico Marco D'Agostini? Perchè non è intervenuto ugualmente o non ha allertato il suo collega competente di zona? Perchè non ha più richiamato la cittadina che aspettava sue notizie? E' questo il benessere animale che garantisce il servizio pubblico della Azienda Sanitaria Veterinaria 3, guidata dalla dirigente Ivonne Caliz e dall'Aas 4 coordinata dal dirigente Bruno Dolso?