**
  • Home > Gossip > RICCARDI INTERVIENE SUL BLACK OUT DEL SERVIZIO VETERINARIO
  • stampa articolo

    RICCARDI INTERVIENE SUL BLACK OUT DEL SERVIZIO VETERINARIO

    1658A

    Una taglia per trovare il killer del gattino ucciso con una fucilata

    Lo scorso 6 giugno una bambina di Moggio Udinese ha trovato il suo gattino rosso ucciso con un vistoso foro all'addome. Dopo una prima visita eseguita dal veterinario di fiducia e la denuncia effettuata ai Carabinieri della stazione locale, la macabra notizia ha fatto il giro del Friuli. Per scovare il responsabile di questo disumano gesto il sito "Il Perbenista", ha deciso di porre una taglia da 250 euro per chi avrebbe fornito il nome del killer di Moggio. Purtroppo da quel giorno non si sono più avute notizie sebbene il corpo del gatto fosse stato portato all'Istituto Zooprofilattico di Campoformido per tutti gli accertamemti legali successivi all'autopsia. A seguire le indagini il nucleo dei carabinieri di Tarvisio competenti per territorio e l'inchiesta fu aperta dalla Procura di Udine. Presidente dell'istututo Zooprofilattico di Campoformido è il dott. Bruno Palei, direttore del servizio sanità pubblica veterinaria della Regione Fvg che pone come primo punto del protocollo regionale il "benessere animale", eppure ad oggi non si è ancora saputo nulla. Nel frattempo un alloggio Ater prende fuoco e a causa dell'incendio muoiono tre gatti mentre due vengono trasportati in buono stato di salute al Canile di Udine per i dovuti controlli. Il giorno dopo vengono inviati alla clinica veterinaria di Martignacco per qualche ora, dopo di che, tornano in azienda ma da quel momento non si ha più notizie di loro. In azienda dichiarano di non averli, in clinica dichiarano di averli riconsegnati con tanto di scheda entrata/uscita. Il legittimo proprietario dei gatti non riesce a sapere nulla sull'effettivo stato di salute e neppure in che struttura si trovino. Si muovono privati cittadini, animalisti e gattare per avere qualche notizia dal responsabile della procedura, il dirigente veterinario Andrea Angeli (nella foto il primo a sinistra). Angeli chiamato al cellulare si lamenta di essere disturbato in quanto in vacanza, pur essendo il dirigente di servizio reperibile facente le funzioni di Dolso e continua a non fornire ulteriori indicazioni sui gatti. Intanto l'assessore alla sanità Riccardi, chiamato da noi in causa affinchè il servizio veterinario sia più vicino al mondo di chi ha a cuore i suoi animali rassicura Il Perbenista con la seguente mail: "Osservo le sue legittime sensibilità sul benessere animale e la rassicuro sull’impegno che la Regione non farà mancare anche intervenendo con iniziative specifiche sull’argomento eventualmente anche modificando provvedimenti di propria competenza. Riceverà le risposte ai suoi quesiti nei termini di legge che non sono soggette a direttive di alcuno".



Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ