il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
IPOTESI PECULATO SULL'UTILIZZO QUOTIDIANO DELLA LAND ROVER

IL CAPITANO BERTOSSI ABBANDONA I SUOI UOMINI

Dopo aver coinvolto un gruppo di amici e di conoscenti del centrodestra con lo scopo di mandare a casa le sinistre, Enrico Bertossi, insoddisfatto dall'esito delle trattative annuncia che non voterà per la coalizione di centrodestra. Bertossi cerca di confondere il vero motivo per cui non si è concluso l'accordo con Fontanini con un presunto disagio a far parte di un alleanza sostenuta dall'esterno anche da due liste civiche, prive di simboli di partito, vicine a Stefano Salmè (già presente alcuni anni fa a Palazzo D'Aronco nelle fila di Forza Italia). Bertossi dimentica quelle 24 ore in cui Forza Italia ha raccolto firme per la sua candidatura a sindaco e dimentica che il suo interlocutore privilegiato era proprio Fratelli di Italia, per tramite di Gianni Candotto e Daniele Franz. Pietro Fontanini aveva offerto a Enrico Bertossi un assessorato allo stimato avvocato Stella oltre a due partecipate. La vittoria di Fontanini consentirebbe, inoltre, di portare in consiglio anche Marsico, che con Martines resterebbe fuori. Nulla di fatto Bertossi ha insistito per oltre una settimana rivendicando il posto di vicesindaco per lui dimenticandosi delle altre liste della coalizione. A questo punto, secondo indiscrezioni interne al Pd, Enzo Martines avrebbe chiesto a Bertossi una finta astensione offrendogli in cambio un posto da city manager. Intanto la nave di Prima Udine è affondata nell'oceano delle tante liste e il capitano Bertossi (vedi foto) ha chiesto una scialuppa di salvataggio solo per se.