il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

IL CENTROSINISTRA EVOCA PIAZZALE LORETO A UDINE

Il segretario cittadino del Pd Udinese Enrico Leoncini definisce l'accordo fra Fontanini e le civiche di Salmè uno schiaffo alla città di Udine: "Fontanini - sostiene Leoncini - prende a schiaffi la tradizione di una città storicamente democratica e antifascista, in prima linea nella lotta per la Resistenza". Rincara l'assessore ex Sel Federico Pirone: "Da Cosattini a Honsell, da Cecotti a cadetto, da Candolini a Zanfagnini, Udine ha avuto solo sindaci antifascisti". Eppure se da una parte la stampa locale non perde occasione per dar voce all'estrema sinistra non scrive neppure una riga sugli insulti e sulle minacce nei social network dei sostenitori di Enzo Martines rivolti a Fontanini. Risale a ieri l'evocazione di Piazzale Loreto con una fotografia testa in giù di Pietro Fontanini e Stefano Salmè. Autore del post (vedi foto) è Stefano Bragagnolo, figlio del consigliere regionale (Pd) Silvana Cremaschi; fra i like al post anche quelli di alcuni parenti ed amici di Enzo Martines. Forse sarebbe il caso che su vicende gravi come queste, il candidato sindaco Martines si scusasse pubblicamente, a meno che non si vuole dipingere Udine come la città dei partigiani rossi e dei negazionisti delle foibe.